Zeman: “Prima di Totti la Roma era solo una Rometta”

Zeman: “Prima di Totti la Roma era solo una Rometta”

Le dichiarazioni del tecnico boemo, imbeccato relativamente all’ormai noto caso Totti.

Commenta per primo!

“La doppietta di Totti non è mica una novità. E’ normale che faccia gol, magari lo è un po’ meno il fatto che ne abbia siglati due entrando a 5 minuti dalla fine”.

Così Zdenek Zeman, ex tecnico della Roma – oggi al Lugano, in Svizzera -, celebra Francesco Totti, autore della doppietta capace di ribaltare il risultato della sfida contro il Torino a pochi minuti dalla fine. Intervenuto ai microfoni di Sportmediaset, il boemo ha successivamente analizzato nel dettaglio la vicenda legata alla recente gestione del calciatore da parte del mister giallorosso Luciano Spalletti, analizzando infine le residue possibilità di rinnovo dello storico capitano romano con la società che lo ha consacrato come idolo e bandiera indiscussa. “Non credo sia giusto far entrare Totti soltanto quando le cose vanno male, anche se non vivendo la vicenda dall’interno non posso sbilanciarmi. E’ giusto però che alla fine decida l’allenatore. Spalletti è l’uomo della società, e gestisce il tutto in base alle proprie idee – chiarisce l’ex Cagliari -. Rinnovo? Bisognerebbe chiederlo alla società, per me è giusto che Francesco rimanga in giallorosso fin quando si sentirà ancora all’altezza dei compagni. Scudetto? La Juventus ha fatto più di tutte, Napoli e Roma hanno accusato diversi problemi di continuità”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy