ZAMPARINI: “Foschi, mi preoccupi. Su Iachini…”

ZAMPARINI: “Foschi, mi preoccupi. Su Iachini…”

Il patron rosanero Maurizio Zamparini a 360°.

Commenta per primo!

La sfida di domenica pomeriggio contro il Cesena potrebbe rappresentare per il Palermo un crocevia fondamentale per ristabilire tranquillità all’interno dello spogliatoio, dove regna l’incredulità di non aver ancora conquistato i primi tre punti in campionato. Il presidente rosanero Maurizio Zamparini ne è cosciente e si è soffermato a parlare su svariati argomenti che in questo periodo nero possono senza alcun dubbio definirsi caldi: il possibile esonero di Iachini e la fondamentale sfida salvezza contro i romagnoli la cui fortuna gli fa invidia. Il numero uno del club di viale del Fante ha ricordato il rapporto di amicizia che lo lega al direttore tecnico del Cesena, Rino Foschi, che a Palermo ha trovato una seconda casa; non mancano inoltre le polemiche contro le big del campionato di Serie A che, a detta di Zamparini, comandano economicamente la Lega e non lasciano spazio agli altri club.

Iachini all’ultima spiaggia? “Sono tutte sciocchezze, ma quale ultima spiaggia. Iachini è mio figlio, resterà con me per altri 4-5 anni . Anche perché sono convinto che riuscirà a vincere le prossime cinque partite. Siamo stati soprattutto sfortunati”.

Cesena, che fortuna. “Mi auguro solo di avere più fortuna: ecco, mi piacerebbe avere il culo che ha avuto il Cesena a Udine. Dai, al Cesena è andata bene: al 91′ era sotto di un gol ed aveva perso, poi hanno dato quel rigore lì. Mi auguro che prima o poi ci vada bene anche a noi nel recupero”.

‘Preoccupato’ da Foschi. “Non ci sentiamo da una settimana, ma in questi casi scatta una specie di coprifuoco. Nei giorni che precedono la partita non ci sentiamo mai, lo facciamo solo dopo, quando si sa il risultato. L’ho ritrovato carico, determinato e ancor più maturo. L’esperienza a Palermo gli è rimasta nel cuore e in Sicilia tornerebbe volentieri, questo ve lo garantisco. Ma state tranquilli: resterà a Cesena a lungo perché quella è casa sua. Il problema è che Rino lontano da Palermo, per me, è una preoccupazione: riesce sempre a costruire squadre forti che ci creano un sacco di problemi, come l’anno scorso”.

Somiglianza Bisoli-Iachini. “Bisoli assomiglia molto a Iachini e a Mihajlovic. Non lo conosco personalmente, però mi sembra un grandissimo lavoratore, poi si è guadagnato la A sul campo, quindi merita di essere ancora sulla panchina del Cesena. A Palermo c’è Iachini: è stato mio capitano a Venezia e l’ho inventato io come allenatore, quindi me lo tengo stretto”.

Juve e Roma comandano. “Nel nostro campionato comandano due squadre di un altro pianeta come Juve e Roma. Poi ci sono tutte le altre. Dal punto di vista dirigenziale ho ritrovato la solita serie A, gestita in modo dissennato da una Lega che fa gli interessi solo delle grandi squadre. Per rilanciare il calcio basterebbe prendere come esempio il modello inglese o quello tedesco, mentre noi ci ispiriamo a quello spagnolo, che è un fallimento in tutti i sensi. Ma fino a quando comanderanno i grandi e i potenti, sarà impossibile cambiare”.

http://www.mediagol.it/roma/zamparini-foschi-mi-preoccupi-iachini/

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy