Roma, Dzeko avverte: “Farò meglio dello scorso anno, segnerò per vincere le gare importanti”

L’attaccante bosniaco auspica un nuovo inizio in maglia giallorossa.

Commenta per primo!

Archiviata la sfida di andata dei preliminari di Champions contro il Porto, testa all’Udinese.

Sarà il match tra i giallorossi ed i friulani dell’ex tecnico del Palermo Beppe Iachini ad aprire la nuova stagione di A, domani alle 18. Intervistato dal sito ufficiale della Roma l’attaccante bosniaco Edin Dzeko si è detto pronto per il nuovo campionato, obiettivo raggiungere traguardi importanti: “È sempre importante vincere la prima partita, soprattutto quando si gioca in casa. Se si vogliono raggiungere obiettivi importanti, bisogna vincere le partite in casa. È una sfida fondamentale. Porto? Alla fine è stato un buon risultato, giusto e positivo per noi, avendo giocato oltre 50 minuti in inferiorità numerica. Anche se nel primo tempo abbiamo giocato molto bene e avremmo potuto segnare un paio di gol in più. Adesso abbiamo la partita di ritorno in casa e possiamo determinare le nostre sorti“.

Contro l’Udinese sarà un match diverso, giochiamo in casa, è la gara d’esordio, ovviamente non sarà facile.  Anche per l’Udinese si tratta della prima partita e vorrà fare bene. Ma giochiamo in casa e vogliamo vincere all’esordio– ha ammesso il bosniaco- per poi affrontare al meglio il ritorno con il Porto. Non ci sono partite facili. È sempre bello iniziare in casa davanti ai propri tifosi. Speriamo che accorrano numerosi, per noi è importante, è la nostra prima partita e vogliamo iniziare bene“.

La stagione che verrà dovrà essere quella del rilancio per Dzeko, arrivato lo scorso anno con grandi aspettative poi deluse: “Sta per iniziare la nuova stagione e voglio un nuovo inizio. Speriamo tutti di poter fare meglio della scorsa stagione. Anche io voglio far meglio e questo è l’unico obiettivo che ho. Voglio aiutare la squadra a vincere le partite, naturalmente il mio compito è quello di segnare e cercherò di farlo il più possibile. Non parlo mai di obiettivi di gol perché non mi pongo limiti: nel calcio non esistono limiti. La scorsa stagione non ho potuto svolgere la preparazione con la Roma e non ho potuto giocare un numero sufficiente di partite durante il precampionato, il che ha complicato la stagione, ma adesso mi sento pronto, credo di aver fatto una buona preparazione e voglio trasferire questa condizione al campionato. Con Spalletti qualche volta dopo gli allenamenti ci siamo fermati 5-10 minuti per lavorare sulla finalizzazione, e credo che questo sia importante per me”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy