ESCLUSIVA: IL FUTURO DI MUNOZ. LUSINGHE RUSSE, PROSPETTIVA MILAN. NAPOLI E ROMA…

ESCLUSIVA: IL FUTURO DI MUNOZ. LUSINGHE RUSSE, PROSPETTIVA MILAN. NAPOLI E ROMA…

In casa Palermo tiene ancora banco la questione legata al futuro di Ezequiel Munoz. Il centrale argentino, dopo aver rifiutato l’ultima proposta di rinnovo contrattuale formulata dal club di viale.

Commenta per primo!

In casa Palermo tiene ancora banco la questione legata al futuro di Ezequiel Munoz. Il centrale argentino, dopo aver rifiutato l’ultima proposta di rinnovo contrattuale formulata dal club di viale del Fante, lascerà certamente la Sicilia. Bisogna soltanto capire quando. Il Palermo propenderebbe per una cessione imminente nel corso della sessione invernale di mercato al fine di racimolare qualcosina dal cartellino del calciatore evitando di perderlo a giugno a parametro zero. Sostanzialmente di parere diverso l’entourage del calciatore che, a gennaio, accetterebbe di buon grado solo la corte del Milan, club con il quale esiste già un’intesa di massima da definire nella prossima sessione estiva della campagna trasferimenti. L’emergenza difesa in casa rossonera ha indotto Adriano Galliani ad avanzare un’offerta al patron Zamparini per portare subito Munoz a Milanello. I circa cinquecentomila euro messi sul piatto dall’amministratore delegato del Milan non sono stati ritenuti sufficienti dal numero uno rosanero. La cifra richiesta dal club siciliano per lasciar partire immediatamente l’ex Boca Juniors si aggira intorno al milione e mezzo. Le parti potrebbero riaggiornarsi, ma la sensazione è che il Milan non abbia minimamente intenzione di alzare la posta nell’immediato potendo acquisire il cartellino dell’argentino a parametro zero. Un’offerta concreta e molto vicina alle aspettative di Maurizio Zamparini è arrivata proprio la settimana scorsa. Consapevoli dell’addio di Bocchetti, approdato a Milanello, sono giunti in città emissari dello Spartak Mosca. Il club russo ha incontrato la dirigenza rosanero offrendo circa un milione e duecentomila euro per acquisire subito il cartellino di Munoz, più un lauto contratto pluriennale al Chiqui pari circa al doppio dell’ingaggio percepito attualmente in rosanero. Nonostante la proposta lusinghiera, che il Palermo avrebbe tenuto in seria considerazione, la prospettiva di militare nel campionato russo non ha allettato Munoz che, conscio della corte di numerose big italiane ed estere, preferisce attendere giugno per guardarsi attorno e scegliere la destinazione a lui più gradita. Milan in pole position, tallonato dal Napoli. Occhio, sullo sfondo, alla Roma di Walter Sabatini. L’ex dirigente rosa prelevò il centrale argentino dal Boca Juniors nell’estate 2010 portandolo in Sicilia. Sabatini ha apprezzato la crescita tattica e mentale del ragazzo nelle ultime stagioni, ma viste ambizioni e dimensioni del club giallorosso in Italia ed in Europa, Munoz non è certo una priorità per la Roma. Tuttavia se a giugno si creassero le condizioni il club capitolino potrebbe iscriversi alla corsa. In virtù dei rapporti ottimi con il presidente rosa Maurizio Zamparini, Sabatini potrebbe proporre una sorta di cortese indennizzo, offrendo in prestito due giovani talentuosi elementi ora in forza all’organico di Rudi Garcia. Tra i profili vagliati con il ds rosanero Baccin vi sono quelli di Salih Ucan e Antonio Sanabria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy