Palermo-Sampdoria: Leoluca Orlando, il sindaco che difendere la città “non lo sa fare”

Palermo-Sampdoria: Leoluca Orlando, il sindaco che difendere la città “non lo sa fare”

A Bergamo il sindaco ha preso in mano la situazione e ha risolto il problema in 24 ore. A Palermo, invece, il primo cittadino se ne è fregato altamente abbandonando squadra, città e tifosi.

12 commenti

Le responsabilità di Orlando

Di William Anselmo

Il calcio è business. Il Palermo in Serie A porta ogni anno tanti milioni non solo al club, ma anche all’indotto locale. Dagli steward ai “panellari”, dagli hotel ai taxi e i ristoranti, passando dalle tv e le radio con giornalisti, fotografi, fino agli ambulanti e addirittura (ahi noi) i posteggiatori abusivi.

Per la città di Palermo il grande calcio è un affare perché porta soldi e crea molte opportunità di lavoro. A qualcuno però tutto questo non sembra interessare.

Nella vicenda paradossale che ha visto coinvolto, suo malgrado, il club rosanero, ci sono delle analogie con la città di Bergamo. Inspiegabilmente, nella nota dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive del 20 aprile scorso (scarica Pdf) oltre a Palermo-Sampdoria figurava anche Atalanta-Chievo. Due partite storicamente tranquille, per niente a rischio per via dei buoni rapporti tra le tifoserie.

Bergamo il sindaco Giorgio Gori ha preso in mano la situazione e si è esposto in prima persona affinché il problema si risolvesse. Ha fatto da garante con i vari interlocutori, ha scritto ai giornali e parlato con la tifoseria. Ha risolto tutto con il suo fondamentale intervento in 24h.

US Citta di Palermo Unveils New Manager Giuseppe Sannino

A Palermo, invece, il sindaco “che lo sa fareLeoluca Orlando, ha abbandonato squadra, città e tifosi al proprio destino e non ha mosso un dito. Non ha affrontato pubblicamente l’argomento, se non con una striminzita dichiarazione a cose fatte.

Sindaco Orlando: “Palermo-Sampdoria? Gara importante, ecco perché solo gli abbonati potranno assistere”

Orlando è stato invocato inutilmente dai tifosi che avevano chiesto un suo intervento (leggi articolo). Se un sindaco non si espone per difendere la propria città davanti a ingiustizie così palesi, allora quando deve farlo?

Perché al posto di penalizzare società e tifosi rosanero, ricordiamo, sarebbe bastato vietare la trasferta ad una cinquantina di sostenitori avversari se il problema era quello della “sicurezza” di Palermo-Sampdoria.

E neanche il presidente del Senato Pietro Grasso ha preso posizione pubblicamente su questa ingiustizia che penalizza la città di Palermo. Eppure nella tribuna autorità del “Barbera” lo si vede spesso, e l’amico Zamparini ogni anno lo accoglie nel migliore dei modi durante i ritiri estivi della squadra.

Il PalermoCalcio, insomma, è stato vittima di una scelta politica e dell’incompetenza delle istituzioni, inadeguate e ancora impreparate ad affrontare certe situazioni.

Chiudono gli stadi di calcio, pagano sempre i tifosi buoni per il fallimento dello Stato italiano

SS Lazio v US Citta di Palermo - Serie A

12 commenti

12 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Saso - 9 mesi fa

    E’ vergognoso il fatto che il prefetto , catanese, abbia giudicato la nostra tifoseria come incivile e pericolosa, quando a Catania I poliziotti muoiono (…)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pinollo - 9 mesi fa

    E’ tutto uno schifo,dalla politica ladrona al presidente Zamparini. La prima responsabile della crisi finanziaria,il secondo della crisi rosanero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fp79 - 9 mesi fa

    Votate Leoluca votate così vi regala i posti di lavoro, xke lui lo sa fare ….che paese di m…a !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fp79 - 9 mesi fa

    Siamo sempre alle solite x 4 coglioni pagano tutti, in una nazione civile e democratica chi sbaglia paga,Va in carcere e sconta TUTTA la pena inflitta dal giudice…poi non capisco neanche queste differenze di trattamenti,altre tifoserie italiane ammazzano distruggono e nessuno fa nulla e invece a palermo pi quattro fumogeni chiudono lo stadio…Benvenuti in italia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giuseppe - 9 mesi fa

    Caro sindaco Orlando
    Mi auguro che oggi quando vieni allo stadio fai vedere la tessera del tifoso e l’abbonamento e la sventoli in alto per farlo vedere ai tifosi(quelli veri)
    Se così non è,sei pregato di startene a casa perché non sarai gradito dentro al nostro stadio pieno di veri tifosi che PAGANO.
    Spero che ZAMPARINI rimanga in società nella PALERMO CALCIO con i nuovi proprietari,per combattere il vostro operato di politica corrotta.
    Caro sindaco vorrei capire come sei diventato di nuovo sindaco di Palermo..
    Saranno stati i voti dei mafiosi?
    Saranno stati i voti della M.I.A?
    Saranno stati i voti dei PIP o quelli dei cantieri scuola?
    É possibile che tutta questa gente che ha messo sulla sedia per cambio di un lavoro?
    Orlando ti devi solamente VERGOGNARE non sei la persona giusta per Palermo e per i palermitani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ciccio - 9 mesi fa

    Vergognoso come prefetto e presidente TAR che hanno giudicato i palermitani violenti incivili .Vorrei offenderli pesantemente come meritano, i veri violenti sono loro con questa sentenza vergognosa il Sig. Grasso in silenzio complice anche lui se la veda a casa sua le partite questi signori sono quelli che non pagano mai sempre gratis ovunque e gli incivili siamo noi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Salvo L. - 9 mesi fa

    Siamo purtroppo nelle mani di un sindaco inesistente, un ***! Ha solo interessi personali, dimostrandolo anche nel caso della ZTL. La nostra città allo sfascio , come l’intero paese! Con la differenza che altri sindaci prestano il fianco per i cittadini e il nostro benamato ‘LO SO FARE’ crede di poterci prendere per i fondelli vita!….Non lo riconosciamo in tantissimi come 1° cittadino!…. Anzi prima si toglie dai piedi e meglio E’!….La sai fare?….VATTENE E VERGOGNATI!….Zamparini ha ragione!…Come si fa a dialogare con una persona cosi ipocrita e ***!…. Grazie sempre Presidente Zamparini!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Lucka90 - 9 mesi fa

    Secondo me sono da imputare le colpe maggiormente alla società perché, come dice il direttore Anselmo, non si è mossa tempestivamente, ma soltanto la settimana in corsa… E poi l’errore di non presentare ricorso alle porte chiuse (che ha influito nella decisione).. Ciò ovviamente non discolpa del tutto il sindaco silente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. mistero - 9 mesi fa

    In questo momento di difficoltà per i colori rosanero mi verrebbe da chiedere: dove sono sti politicanti da strapazzo? Pronti a cavalcare i festeggiamenti quando tutto va bene, quando ci sono le promozioni di categoria, l’accesso alle finali di coppa Italia, ecc. Ai prossimi eventi statevene a casa ci fate più figura!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. vicio64 - 9 mesi fa

    Invece che scrivere queste fesserie perche’ non puntare il dito contro quei tifosi “che tifosi non lo sono!”e dire avete fatto un bel pasticcio?
    Tengo una vecchia foto di mio padre forse anni 60,era in trasferta a vedere Napoli Palermo risultato finale 0-1,tutti divertiti a festeggiare con tifosi del napoli e del palermo.Altre storie altri tempi quando allo stadio si poteva andare per tifare e divertirsi con le famiglie.Il sistema
    calcio in Italia ha fallito,come falliscono le misure di prevenzione,gli stadi sono diventati arene,questo grazie anche all’atteggiamento di alcuni giocatori,societa’ comprese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Ninni Paternò - 9 mesi fa

    Sono giorni che lo scrivo. ZAMPARINI Chi? Il Palermo calcio non è più il carro su cui salire e sventolare fazzoletti rosanero dalla Tribuna Autorità a gratis. Già che la classe politica locale non lo ha mai amato, pensa ora!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Pippo Lo Cascio - 9 mesi fa

    Dobbiamo purtroppo ammettere che è piuttosto strano questo accanimento contro questi “signori” che hanno commesso le cazzate che conosciamo; in altri stadi italiani è avvenuto molto peggio e non è stato seguito lo stesso criterio rigorosissimo . Mi piacerebbe comprendere (in tutti i casi) il perché delle sanzioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy