I NUMERI DEL PALERMO Pronti per sfatare il tabù Inter

I NUMERI DEL PALERMO Pronti per sfatare il tabù Inter

di Domenico Musso Roma, Firenze, Milano, Genova, Torino, Udine… Ovviamente non stiamo parlando delle ruote dell’estrazione del lotto, ma di città, squadre e stadi di grande blasone.

Commenta per primo!

di Domenico Musso Roma, Firenze, Milano, Genova, Torino, Udine… Ovviamente non stiamo parlando delle ruote dell’estrazione del lotto, ma di città, squadre e stadi di grande blasone in cui il Palermo di Zamparini negli anni ha posto il proprio vessillo rosanero con sfavillanti vittorie. Impossibile relegare come semplici match o statistiche queste grandi imprese che rimarranno indelebili nelle menti dei tifosi. La storica vittoria delle scorsa stagione a Torino, lo 0-2 a Milano sponda rossonere o le superbe prestazioni a Roma e Firenze. Tante gioie in tanti anni, con un unico neo: l’assenza di una vittoria a Milano sponda nerazzurra, contro la corazzata Inter, assoluta dominatrice degli ultimi campionati di Serie A. “Mission: Impossible” direbbero i più parafrasando il noto telefilm, ma il Palermo ci ha abituato a prestazioni monstre proprio contro le big. E quest’anno le storie che si intrecciano con numeri e statistiche, fanno sperare i supporter rosanero in un impresa storica che darebbe un impulso forse decisivo per il campionato del Palermo. Logico dunque partire proprio da Mister Walter Zenga, da quest’anno sulla panchina del Palermo e unico ex della partita. Milanese DOC, tifoso e ovviamente più di 20 anni (473 presenze) di militanza nel club del “biscione” rendono indissolubile il legame dell’ ex “Uomo Ragno” con il club di via Durini, che proprio ieri in conferenza stampa ha confermato di avere nel sangue “tracce di nerazzurro”. Una partita particolare quindi per Coach Z, che sogna lo scherzetto al suo club del cuore e la possibilità di dimostrare a “casa sua” di avere le carte in regola per essere magari il futuro allenatore dell’Inter. Dal punto di vista statistico bisogna rimarcare i dati casalinghi nerazzurri: la striscia d’imbattibilità a S.Siro è salita a 45 gare (gestione Macini-Mourinho), mentre per lo Special One si parla di addirittura 122 partite interne senza sconfitte. Quest’anno tra l’altro un filotto di 5 vittorie su 5. Una striscia incredibile, ma che prima o poi, come tutti i record e grandi numeri, è destinata a trovare un capolinea. Il Palermo lo scorso anno ci andò vicinissimo, con il pallone di Miccoli che per pochi centimetri non superò J. Cesar. E infine proprio il discorso posto in apertura: il Meazza versione nerazzurra è l’unica vetta, la più ardua comunque, su cui il Palermo non ha ancora potuto porre il proprio vessillo rosanero. Il Palermo viene da 3 vittorie consecutive, ha grande fiducia nei propri mezzi e per voce del suo allenatore, non si pone limiti. Che sia domani allora la giornata giusta per sfatare tabù, statistiche e regalare ai tanti tifosi sognanti un ennesima grande soddisfazione? Le premesse ci sono tutte: al campo come sempre la vera risposta…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy