Serie A: in casa Milan non c’è pace per Galliani

Serie A: in casa Milan non c’è pace per Galliani

Di Dolores Bevilacqua
.

Commenta per primo!

Di Dolores Bevilacqua

Non sembra ancora esser giunto l’epilogo della telenovela rossonera che vede il dirigente dei successi dell’ultimo trentennio milanista attaccato da società e beccato dai tifosi.

Per La Gazzetta dello Sport è “CACCIA A GALLIANI”, bersaglio della curva, criticato da Maldini, oggetto di ‘fuoco amico’, ma Galliani non indietreggia e si prepara a scegliere il nuovo ds. Intanto lo spogliatoio si spacca.
Mourinho fa fuori Mancini. Eto’o segna nel 2-0 al Galatasaray e tenta l’Inter. Real ai quarti, Ronaldo vicino al record di Messi e Altafini.
Oggi il Manchester United rischia tutto. In Europa League, Webb arbitrerà Fiorentina-Juventus. Ha diretto la finale mondiale del 2010, Collina lo ha scelto per tenere sotto controllo la partita più calda.
In casa Inter, Moratti parla soddisfatto del caso Calciopoli.
Totti apre al Mondiale.

La prima pagina del Corriere dello Sport è dedicata principalmente all’amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, che parla su presente e progetti futuri in esclusiva: “VI SPIEGO LA JUVE” è il titolo. Panchina Milan, cresce Spalletti. Seedorf si gioca tutto con Lazio e Fiorentina.
Assalto al Porto in Europa League, Higuain guida e il Napoli sogna.
Totti apre al Mondiale.
Caos intorno a Cellino per frode fiscale, Leeds a rischio.
In Champions, Ronaldo spettacolo. Mourinho elimina Mancini.

Tuttosport apre con gli umori in casa bianconera: “Juve, scatta l’orgoglio” è il titolo. L’euforia della Fiorentina e le critiche per il turnover caricano i bianconeri.
Galliani non molla. L’amministratore delegato del Milan, che ieri ha cenato da Berlusconi ad Arcore, è deciso a restare in sella. Intanto torna a traballare la posizione di Seedorf.
Il Real offre 18 milioni per De Sciglio, parte il pressing di Ancelotti.
Altro spazio dedicato al Torino e dell’ennesimo torto arbitrale contro il Napoli.
Nel taglio basso, parla Moratti che lancia Mazzarri e Conte.
Agli ottavi di Champions, per Ancelotti e Mourinho è tutto facile.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy