PRESS ROOM ROSANERO VIVIANO: “PALERMO, PRESENTE E FUTURO. VOGLIO DAR TUTTO E TORNARE IN AZZURRO”

PRESS ROOM ROSANERO VIVIANO: “PALERMO, PRESENTE E FUTURO. VOGLIO DAR TUTTO E TORNARE IN AZZURRO”

Grande carattere e forte personalità. Sono questi i due elementi che a pelle risaltano subito, ascoltando Emiliano Viviano, nuovo portiere del Palermo. di Alessandro Castellese La sua.

Commenta per primo!

Grande carattere e forte personalità. Sono questi i due elementi che a pelle risaltano subito, ascoltando Emiliano Viviano, nuovo portiere del Palermo. di Alessandro Castellese La sua volontà era quella di giocare, per di più ciò potrà verificarsi nel contesto di una società che ha fortemente voluto. “Quando mi sono ripreso dall’infortunio ho parlato con l’Inter e ho chiesto di poter andare a giocare, anche per riconquistare la Nazionale. Quando ho saputo dell’interesse del Palermo ho scelto subito di vestire la maglia rosanero”. L’infortunio al ginocchio subito in estate non ha minimamente scalfito il carattere di un ragazzo che sembra davvero il prototipo di calciatore dalla forte personalità, che in questo momento serve tanto al Palermo. Con poche parole Viviano riesce a far capire quanto abbia voluto bruciare le tappe per tornare in campo più forte di prima. “Mi sento benissimo, in primis perché sono un ragazzo forte di carattere. Già il giorno successivo all’infortunio pensavo solo a tornare il prima possibile. Non a caso, infatti, questa mia volontà mi ha permesso di rientrare in anticipo rispetto alle previsioni”. Una forza ed una grinta che, per quanto forse il portiere non fosse la priorità, fanno capire come un ragazzo così possa davvero fare la differenza. Se queste parole fossero nella testa dell’intero gruppo, il Palermo tornerebbe a ruggire in pochissimo tempo. “Voglio dare il massimo per la squadra e per la società. In secondo luogo voglio far bene per tentare di tornare in Nazionale”. Qui entra in gioco una vecchia conoscenza rosanero, Salvatore Sirigu. “Totò è un mio grande amico e ci sentiamo spesso. Raramente parliamo di calcio, ma ovviamente quando gli ho detto di Palermo ci siamo scambiati qualche parola sulla squadra e sulla città. A proposito di questo sono rimasto davvero colpito dai palermitani. Non ho fatto ancora nulla per questa maglia, eppure mi hanno fatto sentire subito a casa. Mi hanno accolto in un modo incredibile. Questa è gente speciale”. Il Palermo vive un momento nero, ma questo non spaventa un ragazzo con una voglia incredibile di tornare ad essere grande. Per lui questa è la maglia del futuro. “Questa è una squadra importante, con la quale vivo presente e futuro. Ho cinque anni di contratto e questo dice tutto. In merito a ciò volevo ringraziare il presidente Zamparini e Micchè per le parole spese nei miei confronti, così come l’Inter ed il patron Moratti. Grazie a loro sono rientrato in campo e adesso voglio dare tutto per il Palermo, per tornare a fare ciò per cui sono arrivato qui”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy