PRESS ROOM ROSANERO HERNANDEZ: “ADESSO BASTA, VOGLIO TORNARE AD ESSERE IL VERO ABEL…RIPARTIAMO DALLA ROMA, IL PALERMO PUÒ VINCERE”

PRESS ROOM ROSANERO HERNANDEZ: “ADESSO BASTA, VOGLIO TORNARE AD ESSERE IL VERO ABEL…RIPARTIAMO DALLA ROMA, IL PALERMO PUÒ VINCERE”

Apparizione lampo a Cagliari e subito in gol. I tifosi rosanero, anche quelli che storcono il naso per i suoi stop, aspettano di poter contare sul vero Abel Hernandez. di Alessandro Castellese A.

Commenta per primo!

Apparizione lampo a Cagliari e subito in gol. I tifosi rosanero, anche quelli che storcono il naso per i suoi stop, aspettano di poter contare sul vero Abel Hernandez. di Alessandro Castellese A Cagliari gol e nuovo infortunio. Hernandez adesso è pronto ed aspetta l’occasione giusta per rientrare al meglio, a partire dalla sfida con la Roma. “Non so se giocherò con la Roma, ma io sono fiducioso. Tocca al mister decidere. Dopo Cagliari ho accusato dolore per una botta e poi le condozioni sono peggiorate, anche se adesso sto bene. Se sabato sarò della partita darò il massimo, altrimenti sosterrò i miei compagni. Spero davvero che questa sia la volta buona per il mio rientro”. Quella con i giallorossi non è una sfida come le altre, in primis perché, dal lato opposto, Abel ritrova Sabatini, la persona che più di tutti ha creduto in lui, portandolo dal Penarol al Palermo. “Non ho sentito Sabatini in questi giorni, ma magari sabato sarà qui e ci incontreremo. E sempre bello ritrovarlo, una persona a cui voglio molto bene e che ringrazierò sempre. E stato lui a portarmi in Europa”. Allo stesso tempo, il giallorosso per Hernandez, è come il telo rosso per il toro. Si infiammano gli occhi e si contano i gol (vedi anche lo score contro il Lecce). “Con la Roma ho siglato una bella doppietta in occasione del nostro 2-3 allOlimpico con Rossi in panchina. Quella che si avvicina, però, non sarà la stessa partita, dovremo essere forti perchè non possiamo sbagliarla”. Per l’attaccante rosa il calendario non aiuta il Palermo, ma la squadra deve saper portare a casa punti importanti anche contro le Big del campionato. “Nelle ultime giornate abbiamo incontrato avversari molto forti, come il Milan che secondo me vincerà il campionato. E così sarà anche per le prossime sfide, in cui affronteremo tutte le migliori. Il Palermo, però, non è da meno e sta a noi dimostrarlo in campo. Possiamo vincere contro queste squadre, a partire dalla gara contro la Roma”. C’è chi inizia ad etichettarlo come “di cristallo”, alla Pinilla per intenderci. Eppure a lui non va giù questa “etichetta” e con l’occasione della conferenza stampa lo ribadisce a chiare lettere. Solo lui, però, può smentire tutti attraverso la sola cosa che conta in questo sport: il campo. “Spero che non mi vengano date delle etichette, anche perchè non sono certo felice per gli infortuni di questi anni. Spero di poter giocare più spesso e farò il possibile ogni settimana per esserci con continuità. Problemi legati alla Coppa America? E possibile dato che è sempre meglio fare il ritiro con la squadra. Io e Forlan, ad esempio, non labbiamo fatto causa Copa America, ma adesso spero di aver messo tutto alle spalle”. Nonostante tutto il suo nome viene spesso accostato a grandi club, in primis la Roma del mentore Sabatini. Per Hernandez, però, la priorità è Palermo e la maglia rosanero. “Non voglio pensare ad altro che a tornare in campo e giocare. Voglio vivere il presente e dimostrare quello che posso fare. Qui sono felice e non voglio pensare ad altro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy