PRESS ROOM ROSANERO, GASPERINI:”Ecco da cosa dobbiamo ripartire. Vi spiego la situazione di Miccoli e Donati. Contro la Sampdoria per sfatare il tabù del lunch-match”

PRESS ROOM ROSANERO, GASPERINI:”Ecco da cosa dobbiamo ripartire. Vi spiego la situazione di Miccoli e Donati. Contro la Sampdoria per sfatare il tabù del lunch-match”

Il tecnico del Palermo Giampiero Gasperini, ha parlato nel corso della conferenza stampa di avvicinamento alla gara con la Sampdoria di domenica prossima al “Barbera”, professando un certo.

Commenta per primo!

Il tecnico del Palermo Giampiero Gasperini, ha parlato nel corso della conferenza stampa di avvicinamento alla gara con la Sampdoria di domenica prossima al “Barbera”, professando un certo ottimismo in merito al proseguo del campionato dei rosanero. di Roberto Chifari “E un momento un po così, sono infortuni che dispiacciono, però dobbiamo andare a giocare questa partita dimenticando o rivedendo quanto fatto con la Roma e ripartire dalle partite precedenti dove cera stata una crescita costante. La partita con la Sampdoria ci deve dare una posizione di classifica migliore. Abbiamo fatto 2 buone trasferte, poi a Roma non è stato così. Però qualsiasi squadra nelle tre partite di fila qualcosa è andato storto per tutti, Inter a parte. Dobbiamo stare attenti a diverse cose. La prima è di non rendere troppo facili le soluzioni”. Pochi giorni alla sfida di domenica prossima contro la Sampdoria e per il tecnico Giampiero Gasperini il lunch-match di domenica avrà un sapore particolare. Nel Palermo mancheranno Miccoli e Mantovani, per la Samp non ci sarà il bomber argentino Maxi Lopez. “Noi abbiamo le nostre defezioni e loro hanno le loro. Ci sono diverse squadre in difficoltà a parte noi. Noi prima di domenica potevamo sembrare una di quelle in ripresa, però dobbiamo fare una partita che a livello di classifica oggi è importante. La Samp è partita bene e oggi è in difficoltà, è un po lopportunità che abbiamo avuto prima del Torino di riagganciare un treno che ci può fare stare tranquilli. Abbiamo visto che anche senza vincere abbiamo migliorato la classifica, significa che tante squadre hanno problemi e tante squadre perdono da parecchie domeniche”. Ma domenica alle 12.30, per il Palermo sarà necessario sfatare il tabù del lunch-match. 5 partite e 5 sconfitte, contro la Sampdoria sarà necessario invertire il trend e smuovere la classifica con 3 punti. “Cambia qualcosa giocare alle 12.30? E vero, lho letto anche io, non abbiamo una buona tradizione con queste partite – ha spiegato il tecnico Gasperini in conferenza stampa – E un orario particolare, esiste però da tre stagioni questo tipo di orario e bisogna anche farci abitudine e superare questa cosa”. Capitolo Mantovani. Il difensore nella partita contro il Milan ha subìto la lesione del legamento crociato anteriore sinistro. “Quello che è successo a Mantovani è sintomatico, non potevo spiegare quello che era successo al giocatore, se non cerano le condizioni per farlo giocare un motivo cera (un infortunio al ginocchio, ndr). Tirare delle facili conclusioni può creare qualche problema, non solo alla stampa che magari certe cose non le può sapere, ma anche agli agenti che magari danno addosso ad altri giocatori per difendere il loro assistito. Questo è gravissimo. Poi quando si entra dalla panchina non è una bocciatura, anzi, abbiamo bisogno di tutti a maggior ragione ora che abbiamo defezioni importanti. Non possiamo permetterci di avere dei musi. Giocare a Palermo è “tanta roba”, non può essere una situazione di passaggio per andare a giocare da altre parti, è già un momento molto importante e deve essere chiarito subito. Penso che basti dare degli input e questa squadra reagisce in modo giusto. Poi possiamo anche perdere delle partite, specie con squadre come la Roma, ma la mentalità deve essere questa”. Ma lattenzione ora si sposta alla delicatissima sfida contro la Sampdoria e la necessità da parte del gruppo di fare quadrato attorno al tecnico.”Devono diventare valori importanti – ha detto Gasperini dalle parole raccolte da Mediagol.it -, non possiamo permetterci di fare discorsi di titolari e panchinari, abbiamo partite in continuazione durante la settimana, un giocatore diventa fondamentale anche per 20 minuti. Deve esserci un atteggiamento positivo, non possiamo aggiungere altre difficoltà con questi comportamenti. Per me può anche capitare di trovare giocatori fuori ruolo, in caso di difficoltà bisogna dare il massimo. Bisogna farlo con grandissima disponibilità, è questo che deve succedere. Penso che sia stato solo un episodio – ha detto Giampiero Gasperini in conferenza stampa – vedo una reazione in questi giorni. Forse era un passaggio che bisognava fare. Poi bisogna essere pronti a giocarci queste partite. Non avevamo avuto grossi problemi di infortuni, ma adesso abbiamo problemi grossi, crociati rotti che terranno fuori gente per 5-6 mesi (Hernandez, ndr). Non possiamo permetterci di avere gente che storce il naso per giocare un quarto dora. Con i giocatori bisogna essere chiari: devono dare tutto quello che hanno. Deve essere una cosa comune a tutti, anche chi li rappresenta deve capirlo, devono essere orggliosi di essere qui, non parlare sempre di altre squadre”. “Il torneo che stiamo vivendo è difficile per noi come per altri, il presidente ci è vicino. E un momento in cui bisogna compattarsi ancora di più, abbiamo per fortuna la possibilità di rigiocare subito e bisogna avere la consapevolezza che si tratta di un campionato difficile. Abbiamo fatto una caduta e bisogna rialzarsi. La fiducia del presidente è fondamentale, siamo concentratissimi sui giocatori che abbiamo, dobbiamo pensare a loro e prendere il massimo da ognuno. Non cè un discorso di mercato aperto, dobbiamo pensarci solo quando sarà tempo. Se poi ci sarà bisogno meglio, è una grande cosa che il presidente dica che se ci sarà bisogno ci rafforzeremo. Si vede che cè una società dietro, una società pronta che vuole fare il massimo per raggiungere gli obiettivi”. Il recupero di Massimo Donati sarà fondamentale per la difesa rosanero che con la sua assenza ha subito in una solo gara 4 reti delle 15 totali. In conferenza stampa il tecnico Giampiero Gasperini è apparso dubbioso sulla possibilità di un recupero lampo. “Ad oggi non lo so, devo preparare la partita come se non ci fosse, poi vedremo. Non se recupero Donati ma non possiamo fermarci solo a questo aspetto”. Il tecnico rosanero ha voluto aprire la parentesi sullassenza di Fabrizio Miccoli che potrà pesare, e non poco, nelleconomia di gioco della squadra. “Senza Miccoli cambierà qualcosa in attacco? Non credo che io debba motivare chi non gioca, anzi, dovrebbero essere motivati alla grande. Non è che possiamo pensare che chi non gioca, poverino, non ha il morale alto.. Siamo al Palermo, in Serie A. Può capitare che uno o due scappano dal recinto, ma dire così fa passare il messaggio che chissà com’è la situazione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy