PRESS ROOM ROSANERO: e#8232;GASPERINI: “FIDUCIOSI PER HERNANDEZ”e#8232;, SU GIORGI: “LUI COME IL MIO SCULLI” E SUL GRUPPO: “HO DATO IDEE CHIARE ALLA SQUADRA”

PRESS ROOM ROSANERO: e#8232;GASPERINI: “FIDUCIOSI PER HERNANDEZ”e#8232;, SU GIORGI: “LUI COME IL MIO SCULLI” E SUL GRUPPO: “HO DATO IDEE CHIARE ALLA SQUADRA”

di Roberto Chifari È Apparso fiducioso il tecnico del Palermo, Gian Piero Gasperini, sullinfortunio che ha colpito Abel Hernandez in ritiro con la sua nazionale. “Ci siamo preoccupati molto.

Commenta per primo!

di Roberto Chifari È Apparso fiducioso il tecnico del Palermo, Gian Piero Gasperini, sullinfortunio che ha colpito Abel Hernandez in ritiro con la sua nazionale. “Ci siamo preoccupati molto per quello che è successo ad Hernandez, le notizie sono confortanti ma dovremo aspettare qualche giorno per sapere qualcosa più di preciso”. Qualche giorno fa lo sloveno Ilicic aveva parlato delle possibilità del Palermo di arrivare in Europa.”Mi fa piacere che Ilicic possa parlare di Europa in un certo modo e che abbia intenzione di raggiungere determinati obiettivi, significa che il calciatore sta bene fisicamente e mentalmente. Ma dobbiamo guardare la classifica, lavorare gara dopo gara e uscire al più presto dai bassifondi”. Sono tante le novità portate dal tecnico Gasperini da quando si è seduto sulla panchina del Palermo. Una di questa è linserimento nel reparto offensivo di un giocatore rapido come Luigi Giorgi, arrivato nelle battute finali del mercato di agosto e pupillo dellex tecnico Sannino. “Giorgi come Sculli? Si è un paragone che ci può stare come ruolo e caratteristiche”. Altro capitolo riguarda i giovani Nicolas Viola e Jasmin Kurtic. “Può essere una sorpresa. Barreto e Rios ci stanno dando tante certezze, però lui e Kurtic li seguo con interesse. A Genova non era facile, se però quando domini la partita riesci a segnare alzi il livello delle prestazioni e diventi una squadra di livello superiore”. “Manca ancora qualcosa ma mi piace sottolineare come questi ragazzi si siano subito impegnati”. Così il tecnico Gian Piero Gasperini in conferenza stampa. “I ragazzi hanno capito come interpretare la partita e cosa voglio da loro. Hanno dato la sensazione di essere una squadra con idee abbastanza chiare, sia in attacco che in difesa. Abbiamo sicuramente margini, ma la prestazione ci aiuta a lavorare con fiducia. Possiamo crescere e migliorare sotto tutti gli aspetti. La pausa? La prendiamo, ci darà modo di prepararci meglio alla prossima partita, anche se devo dire che preferirei la continuità nelle partite, ma purtroppo la pausa cè e quindi cerchiamo di approfittarne nel migliore dei modi. Già nel ritiro di Brescia cera stata una settimana importante di lavoro. Io avevo il timore di fare confusione, essendo il mio primo subentro, così siamo partiti da concetti basilari, eppure questa squadra da subito ha dimostrato grande voglia di fare. Già a Bergamo avevamo visto segnali positivi. Solo col Chievo abbiamo avuto un calo nel primo tempo, ma forse in casa gli avversari giocano anche diversamente” Ma Gasperini ha vinto anche lo scetticismo dei tifosi che cera attorno a questa squadra. “Ero arrivato per la prima volta come subentrato e avevo un po di timore che certe cose non fossero pienamente assorbite dal gruppo. Alla squadra ho detto che il primo passo non erano i singoli ma le prestazioni della squadra. Dovevamo partire da questo punto in base agli allenamenti e alle partite che affronteremo. Penso di avere dato idee chiare e concetti basilari alla squadra e sono contento che loro mi seguano. La squadra – conclude – voleva fare bene e dimostrare sul campo il proprio valore. Nelle partite che abbiamo giocato abbiamo superato lo scoglio più duro: lo scetticismo dei tifosi. Ora noi abbiamo il compito di fare il meglio per crescere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy