PRESS ROOM ROSANERO, BERTOLO: “FELICE PER IL MIO MOMENTO… ADESSO BATTIAMO IL SIENA”

PRESS ROOM ROSANERO, BERTOLO: “FELICE PER IL MIO MOMENTO… ADESSO BATTIAMO IL SIENA”

Arrivato nell’estate che tinse di rosanero anche Javier Pastore, Nicolas Bertolo ha dovuto “emigrare” in Spagna per una stagione prima di trovare la sua dimensione a Palermo. Per la.

Commenta per primo!

Arrivato nell’estate che tinse di rosanero anche Javier Pastore, Nicolas Bertolo ha dovuto “emigrare” in Spagna per una stagione prima di trovare la sua dimensione a Palermo. Per la prima volta dal suo arrivo, infatti, la squadra utilizza costantemente gli esterni, di conseguenza anche per lui si spalancano le porte della serie A. di Alessandro Castellese E le sue parole non nascondono la felicità per un momento senza dubbio positivo. “Sono molto felice, da due anni aspettavo questo momento. Comunque ho solo fatto due buone partite di fila, quindi devo continuare ad allenarmi e dare il massimo”. Si può ancora migliorare e raggiungere una condizione che permetta di giocare per tutti i novanta minuti. Per Bertolo quel momento è vicino. “A Roma, mi sarebbe piaciuto giocare tutta la partita, ma il mister ha scelto diversamente e va bene così. Posso solo ringraziare Mangia per l’opportunità che mi ha dato. Rispetto al match di Roma, contro il Cagliari ero un po’ stanco, dato che quella era la mia prima gara da titolare dopo un po’ di tempo. In ogni caso posso solo migliorare e già adesso sento che potrei giocare per novanta minuti”. Il punto di Roma ha dato continuità al successo casalingo ottenuto contro il Cagliari. Per l’ex Saragozza la prestazione dell’Olimpico testimonia il buon momento vissuto dal gruppo rosanero. “Contro la Lazio abbiamo giocato bene, soprattutto nel primo tempo. Così come il successo interno con il Cagliari la squadra ha fatto il suo dovere e adesso dobbiamo continuare su questa strada”. L’esperienza nella Liga spagnola sembra aver riportato a Palermo un giocatore diverso. Più maturo, più sicuro e con una maggiore consapevolezza dei propri mezzi. “Questa è stata una parentesi importante, ho aumentato tantissimo la mia autostima, grazie alla continuità che il club mi ha concesso”. Sui cambiamenti rispetto ai primi mesi a Palermo, “nel primo anno con Rossi è stato difficile, soprattutto per il poco spazio che riuscivo a ritagliarmi, dato che la squadra stava facendo molto bene. Non credo di essere diverso da prima, ma la fiducia del mister Mangia mi ha fatto sicuramente bene”. Il periodo successivo riguarda proprio l’ex tecnico rosanero. “Quando ho saputo che c’era la possibilità che Rossi tornasse a Palermo non ho detto nulla, anche perché con lui non ho giocato molto in quanto la squadra andava bene, non per altro”. Prossima tappa il match casalingo contro il Siena, momento in cui Bertolo ed in primis la squadra, vorranno dare continuità agli ultimi risultati. “Il Siena è una buona squadra. Un gruppo che contro la Roma ha dimostrato di poter giocare un buon calcio. Dal lato opposto il Palermo sa di essere forte, ancor di più in casa – ha concluso – quindi faremo di tutto per centrare la vittoria”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy