PRESS ROOM ROSANERO BARRETO: “A TORINO NON DOVEVAMO MOLLAREADESSO PENSIAMO ALLA FIORENTINA”

PRESS ROOM ROSANERO BARRETO: “A TORINO NON DOVEVAMO MOLLAREADESSO PENSIAMO ALLA FIORENTINA”

Tentare di dare una spiegazione al rendimento a dir poco altalenante del Palermo è impresa ardua. A provarci è Edgar Barreto, centrocampista rosanero. Per lui prima conferenza stampa.

Commenta per primo!

Tentare di dare una spiegazione al rendimento a dir poco altalenante del Palermo è impresa ardua. A provarci è Edgar Barreto, centrocampista rosanero. Per lui prima conferenza stampa dopo quella estiva di presentazione. Di tempo sembra esserne passato il doppio. di Alessandro Castellese Il Palermo porta avanti due campionati paralleli con due possibili speranze nel cuore: tornare a far punti in trasferta, oppure sperare di vincere 19 gare su 19 in casa. La prima strada, probabilmente, è quella più percorribile. Il centrocampista paraguayano tenta di far luce sul tonfo di Torino. “Credo che nel secondo tempo con la Juventus abbiamo aggredito poco, non dovevamo mollare come abbiamo fatto. Penso che nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, certo prendendo anche qualche rischio, ma mettendo in difficoltà una squadra che ha anche nomi importanti. Poi, nella ripresa, è stata unaltra storia. Dobbiamo cercare di fare punti in trasferta – ha aggiunto – ma non ci pesa tanto questo problema. Limportante è che in casa non passi nessuno, qui a Palermo comandiamo noi. Contro la Lazio abbiamo fatto un pareggio, rischiando di vincere fuori casa, penso che conosciamo le qualità della nostra squadra, non ci sentiamo inferiori a nessuno. Certo per vincere abbiamo bisogno di correre il doppio degli altri, abbiamo fatto vedere che abbiamo questa capacità”. Il suo processo di adattamento al nuovo club e ai nuovi schemi sembra procedere al meglio. Soprattutto giocando in una posizione ben precisa. “Inizialmente ho giocato davanti alla difesa, però la posizione che preferisco è quella di mezz’ala. Posso andare più al tiro, anche se finora non lho fatto molto, ho avuto poche occasioni, però è quello che mi piace di più. Il gol non è arrivato, però sono ben contento di fare qualche assist, è altrettanto importante. Il Mister vuole che si giochi palla a terra e abbiamo le qualità per farlo. Cerchiamo di muoverci sempre e allo stesso tempo di fare ciò che l’allenatore ci chiede. Questo gruppo ha i mezzi per farlo”. Per l’ex centrocampista di Atalanta e Reggina il gruppo rosanero ha ampi margini di miglioramento. Tesi sostenuta con forza, senza dubbi o incertezze. “Il margine di miglioramento di questa squadra è ancora ampio, soprattutto in trasferta dobbiamo migliorare tantissimo. Però pian piano stiamo raggiungendo un livello importante. Questa è la strada giusta, da percorrere un passo alla volta”. Capitolo Fiorentina. Per molti nuovi volti del Palermo una gara come le altre. Per chi, invece, è in rosa da diversi anni ed ha vissuto l’era Rossi, non sarà un match dei tanti. Così come per tutti i tifosi del Palermo. “Palermo e Fiorentina sono squadre molto simili, hanno grande qualità, poi a livello di obiettivi, siamo lì. In vista della sfida di domenica devo dire che in casa stiamo facendo molto bene e dobbiamo continuare così”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy