PRESS ROOM INTER-PALERMO GASPERINI: “Nessuna vendetta con l’Inter, servono i punti per la salvezza. Dybala se la vedrà con dei titani”. STRAMACCIONI: “Massimo rispetto per il Palermo ma servono i 3 punti. Miccoli straordinario…”

PRESS ROOM INTER-PALERMO GASPERINI: “Nessuna vendetta con l’Inter, servono i punti per la salvezza. Dybala se la vedrà con dei titani”. STRAMACCIONI: “Massimo rispetto per il Palermo ma servono i 3 punti. Miccoli straordinario…”

Vigilia tranquilla in casa rosanero per la sfida di domani a San Siro tra Inter e Palermo. Mediagol.it vi riporta le dichiarazioni in conferenza stampa dei due tecnici. di Sarah Castellana In casa.

Commenta per primo!

Vigilia tranquilla in casa rosanero per la sfida di domani a San Siro tra Inter e Palermo. Mediagol.it vi riporta le dichiarazioni in conferenza stampa dei due tecnici. di Sarah Castellana In casa Palermo è nuovamente tempo di conferenza stampa: alla vigilia della sfida contro lInter, il tecnico rosanero Gian Piero Gasperini si è voluto concentrare sull’importanza di una vittoria in trasferta che manca ormai da aprile. “Non è una partita in cui cè una rivincita particolare, mi piacerebbe che il Palermo facesse bene soprattutto per noi. È passato un anno e adesso le situazioni sono diverse, è una partita importante soprattutto per il Palermo. Veniamo da una bella vittoria nel derby, ma la classifica è ancora difficile e abbiamo un calendario molto duro. Dobbiamo fare punti in tutti i campi per farcela. Cè stato un periodo in cui in Italia tutti giocavano con il 4-4-2, adesso ci si sta spostando su altri moduli. Il calcio italiano è molto dinamico, non è mai statico, per quanto i numeri sembrano sempre gli stessi le interpretazioni cambiano molto nel tempo. Il modulo e i numeri sono quelli, ma il modo di giocare è molto diverso”. In cosa dobbiamo migliorare? “Sicuramente – prosegue il tecnico – il fattore campo esterno è un problema del Palermo e cercare di risolverlo in casa dellInter è complicato. Ma dobbiamo provarci, perché spesso abbiamo fatto bene anche fuori, altre volte un po meno. Delle vittorie esterne ci farebbero fare il salto di qualità in classifica. In casa già andiamo bene, come succede ad altre squadre. Noi siamo tra le più carenti in trasferta, se riusciamo a invertire questo fattore è un bel traguardo” Gennaio si avvicina e il Palermo interverrà sul mercato andando a ricoprire tutti quei reparti apparsi debilitati da valide alternative. “La fascia sinistra? Nel nostro organico non cè un giocatore specifico per quel ruolo. Il più delle volte lo ha fatto Garcia, anche con buoni risultati, ma è un giocatore difensivo e non un esterno di attacco. Si è comunque adattato bene in tante partite”. A Milano mancherà Donati, un’assenza importante che sommata a quella di Miccoli mette in difficoltà il tecnico. “Ci vorrà unaltra soluzione – ha spiegato il tecnico rosanero – i nostri ragazzi danno sempre la massima disponibilità, anche se qualcuno magari non viene schierato nel proprio ruolo ma riesce a sopperire con limpegno”. Parentesi anche sullInter, prossima avversaria dei rosanero che ha condotto la stagione a doppia velocità. “LInter deve migliorare nella continuità, quando sta bene gioca delle ottime partite, su tutte quella di Torino contro la Juventus che ha consacrato Stramaccioni. Poi però non riesce a avere la giusta continuità in tutte le partite, gli mancano certi equilibri che la portano ad avere dei periodi negativi, come quello attuale. Speriamo che non siano nella condizione migliore per fare una grande partita. Penso si possa riuscire a fare risultato e dobbiamo avere la fiducia di poterlo fare a Milano, dopo il derby ci darebbe una grande iniezione di fiducia, perché in vista delle prossime partite la squadra continuerebbe a crescere. Stramaccioni? E stato incredibile nelle cose che ha proposto anche se era alla prima esperienza, ha dimostrato di avere capacità e qualità. Ho sicuramente un ottimo rapporto con lui, quindi sono di parte, ma ha avuto la credibilità di proporre delle cose e lha fatto con qualità e portando dei risultati. Gli è stata concessa più fiducia rispetto a me? Sì, ma era unaltra situazione. La mia storia è sempre stata in campo e le uniche volte che rispondo è se proprio vengo tirato per la giacchetta, non volendo passare per lunico capro espiatorio in una stagione che fu comunque pessima dallinizio alla fine”. Gasperini ha anche parlato di Paulo Dybala, che dovrà sostenere sulle sue spalle il peso dellattacco rosanero nellinsidiosa trasferta contro lInter, vista lassenza per squalifica di capitan Miccoli. “Dybala se la vedrà contro dei titani domani, ma ha loccasione importante di giocare in uno degli stadi più belli al mondo, contro avversari di incredibile valore come Samuel. E una bella opportunità per un ragazzo di appena 19 anni che sta facendo la Serie A con numeri importanti”. In casa Inter c’è un po’ di nervosismo a causa delle ultime 3 gare che hanno regalato solo 1 punto, troppo poco per una squadra che qualche settimana fa era sta indicata come l’anti-Juve. Il tecnico dellInter Andrea Stramaccioni, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro rosanero, ha analizzato la gara di domani. “Con tutto il rispetto per il Palermo, io mi aspetto che sia l’Inter a fare la partita. Siamo chiamati a ripartire subito dopo la sconfitta di Parma e dobbiamo ricominciare a fare punti. Dobbiamo scendere in campo con il giusto approccio e tornare ai livelli di venti giorni fa. Nelle ultime partite ci sono mancate un po’ di fame e cattiveria, è nostro dovere dimostrare che questo è stato solo un momento no per noi. Quanto conterà la partita di domani? Noi abbiamo battuto le due squadre migliori, Juventus e Fiorentina, giocando due grandi gare, e abbiamo lasciato punti contro squadre più piccole. Domani capiremo come stiamo, abbiamo fatto un punto in tre partite e io preferirei arrivare a quattro in quattro partite. Se non ci riusciremo, vorrà dire che c’è stata una regressione. Io mi aspetto una risposta sul campo da parte dei miei ragazzi, in settimana”. Il tecnico ha spiegato anche la situazione Milito, che ha saltato lallenamento di ieri per un piccolo problema fisico di natura muscolare. “Milito ha saltato l’allenamento di ieri, ha avuto un piccolo problema al quadricipite e quindi abbiamo preferito tenerlo a riposo. Il medico mi ha detto che sta bene e me lo ha assicurato anche lo stesso giocatore, quindi domani sarà in campo senza problemi. Sneijder si è allenato bene in settimana, può essere convocato. Alla squadra chiedo di ritornare ad attaccare con equilibrio, cosa che è mancata a Bergamo, con il Cagliari e con il Parma. Abbiamo ballato un po’ troppo, domani servirà equilibrio perché il Palermo gioca con tre giocatori lì davanti e può rendersi molto pericoloso, avendo gente rapida e tecnica come Ilicic, Brienza e Dybala”. A proposito di attaccanti, nel Palermo mancherà capitan Miccoli. “Il Palermo ha giocato già diverse volte senza Miccoli, è un giocatore straordinario, ma avranno valide opzioni. Credo giocheranno con Dybala al posto di Miccoli e Ilicic e Brienza al supporto. Il calcio di Gian Piero Gasperini è sempre molto propositivo, starà a noi cercare di non fare sviluppare il suo gioco”. In chiusura c’è spazio anche per un piccolo aneddoto tra Gasperini e Stramaccioni. “Gasperini è un esempio per me, quando ho avuto il mio primo incarico di osservatore per il Crotone allenava lui i calabresi e ho potuto studiare i suoi metodi. Quando è andato via dall’Inter era rammaricato per non aver avuto il tempo necessario per mettere in campo le sue idee, ma mi ha sempre parlato bene della società, dell’ambiente e dei giocatori”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy