Parma, D’Aversa: “Frosinone? Più forte del Palermo, ma servirà la stessa umiltà…”

Parma, D’Aversa: “Frosinone? Più forte del Palermo, ma servirà la stessa umiltà…”

Le parole del tecnico del Parma, Roberto D’Aversa, alla vigilia del match contro il Frosinone

Il Parma di Roberto D’Aversa, reduce dalla vittoria conquistata lunedì contro il Palermo nel recupero della ventinovesima giornata del campionato di Serie B, accoglierà domani pomeriggio tra le mura del ‘Tardini’ il Frosinone.
Il tecnico dei crociati è tornato stamane a parlare, durante la consueta conferenza pre-gara, dei 3 punti ottenuti contro la compagine rosanero.

Domani affrontiamo secondo me una partita molto più difficile di quella di lunedì, un’avversaria più forte del Palermo. Lo dice la classifica. La dobbiamo affrontare con l’umiltà vista lunedì sera, portando rispetto all’avversario che è forte ed è costruito per vincere il campionato, ma con la stessa personalità vista contro il Palermo. Gli arbitri? La società ha risposto nella maniera giusta, io penso solo alla gara contro il Frosinone. La differenza la può fare il modo in cui interpretiamo la gara, sul loro sistema di gioco siamo preparati. C’è stata una crescita continua, dopo Empoli la squadra si è ricompattata, credo che alla base dei risultati ci debba essere sempre il fatto di concedere poco agli avversari, il che non significa essere difensivi: significa che se si riesce a passare in vantaggio bisogna essere bravi a portare a casa un risultato pieno. Poi è cresciuta anche l’autostima, lavorando e giocando in maniera serena le cose vengono meglio.

Parma, D’Aversa: “Non pensiamo alla promozione diretta, vittoria meritata”

A seguito del risultato utile ottenuto contro i rosa di Bruno Tedino, i Ducali tenteranno l’impresa anche contro il Frosinone, seconda in classifica a +1 sul Palermo.

Se pensiamo all’andata di Frosinone, abbiamo finito la gara con un grosso rammarico: abbiamo passato il secondo tempo nella loro metà campo e lì abbiamo capito la nostra forza, perché non era semplice imporre il nostro gioco in casa di una squadra costruita per vincere il campionato. E se vediamo la carriera dei loro giocatori, molti hanno spesso giocato in Serie A. Chi giocherà? Farò delle valutazioni visto che abbiamo giocato lunedì sera e non è la settimana-tipo, inoltre devo considerare alcuni piccoli acciacchi di ieri. Mancherà Ciofani, lui è molto bravo a finalizzare i cross e fa giocare anche bene la squadra, mentre Citro ha caratteristiche diverse, è più di movimento e rapido, ma indipendentemente da loro sarà importante il modo in cui interpretiamo la partita. Dezi e Munari? Credo ci sia stata una crescita esponenziale da parte di Jacopo, mentre Gianni sta dando ottime risposte in quel ruolo. È un giocatore che ha esperienza e caratteristiche che gli permettono di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo: lui limita le giocate in verticale, ma è indispensabile anche quando si indirizza la partita sugli esterni e sugli eventuali cross, è abituato a giocare da mezzala ma è un giocatore completo. Quanto sarà importante Calaiò nella volata finale? Emanuele è un giocatore importante, sta facendo molto bene, quel che mi impressiona è come interpreta gli allenamenti, quel che fa in partita ne è una conseguenza.”

Parma, D’Aversa: “Gol di Calaiò? Non sporchiamo questa vittoria, all’andata…”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mistero - 1 anno fa

    Senza aiutini arbitrali avrebbe vinto il Palermo, non c’è storia! L’unica differenza è che, dopo il bonus speso col Palermo, non avranno altri aiuti col Frosinone. Probabilemente finirà in pareggio,perché accontenta tutte e due. Sulla carta sono squadre inferiori al Palermo, infatti senza aiuti il Palermo ha battuto il Frosinone dentro e fuori casa. L’Empoli giustamente è la più forte del campo, anche perché è allenata da chi ci capisce di calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy