Feddal: “Ecco come vivo il fallimento. A gennaio potevo andare in Cina, ma non sono pentito. Mio futuro…”

Feddal: “Ecco come vivo il fallimento. A gennaio potevo andare in Cina, ma non sono pentito. Mio futuro…”

In un’intervista rilasciata ai microfoni di Tuttomercatoweb, il difensore ex Palermo e attualmente al Parma, Zouhair Feddal, ha raccontato nel dettaglio quale sia la situazione in casa degli.

Commenta per primo!

In un’intervista rilasciata ai microfoni di Tuttomercatoweb, il difensore ex Palermo e attualmente al Parma, Zouhair Feddal, ha raccontato nel dettaglio quale sia la situazione in casa degli emiliani. “I curatori hanno dato un po’ di tranquillità e così abbiamo potuto ottenere qualche risultato positivo. Ci siamo allenati, ma non ne abbiamo anche parlato della penalizzazione. Nessuno ha detto niente. Fa male quando ti tolgono i punti, ma che dobbiamo fare? – le parole del centrale marocchino -. Pentito di aver preferito Parma al trasferimento in Cina? No, anzi. Sono felice della scelta che ho fatto, voglio farmi vedere nel calcio italiano. Punto ad avere spazio e continuità per poter dire la mia. A Parma so com’è la situazione ma c’è un ottimo staff. E abbiamo le forze per continuare ad onorare la maglia. Non sono pentito di non essere andato in Cina – aggiunge -. Come si vive un fallimento? Qui la gente è allegra, ha forza. Ho avuto la fortuna di trovare due spogliatoi forti, con gente importante che porta avanti il gruppo. Mio futuro? Fa piacere sentire che Udinese e Torino sono interessate a me, sono due squadre importanti. Lavoro per farmi vedere, per essere sempre pronto. Ora però sto pensando al Parma, manca ancora tanto. Voglio dare il massimo qua, vedremo cosa accadrà”, conclude.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy