ZAMPARINI”Spesi 250mln,dovevo fare scelte..”

ZAMPARINI”Spesi 250mln,dovevo fare scelte..”

Mai banale, mai scontato. Quando Zamparini parla, solleva sempre un polverone. No mezze misure, no peli sulla lingua. “Quanto ho speso nel calcio? Diciamo che se avessi avuto la passione delle donne,.

Commenta per primo!

Mai banale, mai scontato. Quando Zamparini parla, solleva sempre un polverone. No mezze misure, no peli sulla lingua. “Quanto ho speso nel calcio? Diciamo che se avessi avuto la passione delle donne, del gioco, dei motori e non quella del calcio avrei speso sicuramente molto meno. Volete sapere quanto mi è costata questa passione? Sui 250 milioni, tra prima di Palermo e Palermo”. Ecco. La passione ha preso il sopravvento sul presidente del club di viale del Fante. Ma chi glielo ha fatto fare? “Beh, prima di tutto l’ambizione. Quindi il piacere: se ora Zamparini è conosciuto in tutto il mondo è merito del calcio. Ma ora aspetto anch’io un benefattore”.

No Americani, aspetto Russi, Cinesi e Indiani. “Il benefattore che aspetto non è né americano né canadese. Gli Americani sono già a Roma e a Bologna, io preferirei un russo, un cinese o un indiano”.

Esonero Iachini. “Non l’ho esonerato perché ho riflettuto più del solito, è vero, ho cercato di verificare di chi erano le responsabilità e alla fine ho mandato via il direttore sportivo Ceravolo – ha detto Zamparini al Corriere di Bologna -. Mi è costato mandarlo via, ma non andava d’accordo con Iachini, c’era dualismo e non collaborazione, o cacciavo l’uno o cacciavo l’altro”.

Scemo se non ottieni risultati. “Il calcio è strano, se fai i risultati sei bravo, se non li fai sei uno scemo. Iachini meritava riconferma? Sì, la meritava, certo, anche se eravamo la Juventus della categoria”.

Crisi Bologna-Catania-Bari. “Bologna, Catania e Bari fanno fatica in Serie B? Il Palermo aveva davanti Dybala, Vazquez e Belotti, e questi giocatori Bologna, Catania e Bari se li sognano. Nessuna delle tre squadre potrà fare come il Palermo? Dico che chi vorrà farlo dovrà investire tanto a gennaio”.

Americani-Canadesi a Bologna. “Americani e Canadesi a Bologna? Sì, l’ho letto, mi dicono che i soldi ce li hanno, ma devono averne tanti e soprattutto devono tirarne fuori tanti, perché il calcio è una brutta bestia. Chiedetelo a quelli che ci sono stati prima di loro. E parlo di Guaraldi, di Cazzola, di Menarini, e parlo anche di Gazzoni, che con il calcio si è rovinato. E sarebbe successo anche a me, se non avessi avuto le spalle belle larghe”.

Palermo, un treno da non farsi scappare. “Per me era più vicino Bologna di Palermo? Nella vita ci sono treni che passano e treni che non passano. Evidentemente era destino. Sia Foschi che Pedrelli me lo hanno chiesto tante volte, ma non mi sono mai messo neanche a sedere, perché per comprare ci vuole uno che vende”.

Sfatiamo mito Bologna. “Perché tutti dicono che Bologna è la piazza ideale per fare calcio? Ho avuto per anni un’azienda a Castel San Pietro e ho conosciuto bene sia Bologna che l’Emilia Romagna. Prima di tutto è al centro dell’Italia, poi Bologna ha una grande storia, un grande fascino, una grande cultura e tanta allegria. Ma attenzione, fare calcio è difficile anche a Bologna. Perché quando alle spalle hai sette scudetti diventa quasi un obbligo stare in serie A. Ecco perché sono convinto che per vincere il campionato di B il Bologna farà più fatica di Catania e Bari”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy