Zamparini: “Quando ho aperto le porte di casa alla Guardia di Finanza…”

Zamparini: “Quando ho aperto le porte di casa alla Guardia di Finanza…”

Le parole del proprietario del Palermo, Maurizio Zamparini: “Alla fine di una giornata di collaborazione nei rispettivi ruoli, ci siamo salutati stringendoci la mano”.

1 Commento

Maurizio Zamparini racconta quanto avvenuto nella giornata di venerdì, quando sia in casa sua che presso la sede del club di cui è proprietario è arrivata la visita della Guardia di Finanza.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI ALLA COMMUNITY UFFICIALE DI MEDIAGOL.IT

“Con stupore venerdì scorso ho aperto la casa della mia famiglia ad Aiello del Friuli ad agenti della Guardia di Finanza per un ordine di perquisizione, tra lo stupore e la rabbia di mia moglie e mio figlio che non sopportano quello che nei fatti è una violenza – ha scritto in un comunicato ufficiale -: in un paese civile, a meno che tu non sia un delinquente, vieni convocato a mostrare tutta la documentazione relativa ai fatti sotto inchiesta. Dopo il primo approccio formale, mi ha fatto piacere il rapporto di umanità che si è instaurato quando penso si siano resi conto della mia massima disponibilità e soprattutto del fatto che non avessi nulla da nascondere. Alla fine di una giornata di collaborazione nei rispettivi ruoli, ci siamo salutati stringendoci la mano. Io rispetto il lavoro della MAGISTRATURA e sono convinto, non avendo mai volutamente commettere alcun reato, che la verità darà soddisfazione alla mia onestà“.

COMUNICATO UFFICIALE MAURIZIO ZAMPARINI: LEGGI QUI TESTO IN VERSIONE INTEGRALE

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giuseppe Traina - 3 settimane fa

    Ok tutto molto bello ma le tue lettere personali sul siti del PALERMO non ci interessano

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy