Zamparini: “Io via da Palermo? Aspettavo telefonata dall’America. Squadra al sindaco? Si vergogni chi lo pensa”

Zamparini: “Io via da Palermo? Aspettavo telefonata dall’America. Squadra al sindaco? Si vergogni chi lo pensa”

Le dichiarazioni del proprietario del Palermo, Maurizio Zamparini, al termine di una mattinata che ha visto la Guardia di Finanza condurre una perquisizione sia nella sede del club che a casa sua.

2 commenti

Il closing fallito e la mancata cessione del club hanno avuto senza dubbio un risvolto negativo sulla tifoseria palermitana che questa mattina si è svegliata con una notizia davvero preoccupante. La Guardia di Finanza ha svolto delle perquisizioni nella sede del Palermo e in casa di Maurizio Zamparini ipotizzando reati di falso in bilancio e azioni di riciclaggio. Il proprietario del club rosanero ai microfoni di Trm ha provato a spiegare la spiacevole situazione che si è venuta a creare e ha inoltre parlato della prossima stagione di serie B.

PALERMO: BLITZ GUARDIA DI FINANZA IN SEDE, RICICLAGGIO E FALSO IN BILANCIO REATI IPOTIZZATI. ZAMPARINI…

“Possibile una mia uscita di scena da Palermo? Beh, io ero già uscito di scena da Palermo. Oggi stavo aspettando una telefonata dall’America di un importante imprenditore che mi permetterebbe di non essere più proprietario del Palermo. Consegnare la squadra al sindaco? Ma perché dovrei consegnare la squadra al sindaco?! Perché?! Cioè, un pm viene a fare un’indagine e io dovrei consegnare la squadra al sindaco? Ma si vergogni chi pensa questo”.

 

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Danilo D'agati - 3 settimane fa

    Aspettava la chiamata di un importante imprenditore americano e gli hanno rovinato la festicciola che sfortuna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Andrea Il Kun Pizzullo - 3 settimane fa

    Sempre grandi imprenditori lo chiamano..ahahahah

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy