Zamparini: “In Italia serve la rivoluzione, altrimenti andiamo tutti nella me**a”

Zamparini: “In Italia serve la rivoluzione, altrimenti andiamo tutti nella me**a”

Parola del patron friulano.

1 Commento

“Sono profondamente allibito perché in Italia stiamo assistendo alla progressiva disintegrazione della legalità- Sono preoccupato perché il Paese sta andando allo sfascio: si dà spazio a pseudo notizie eclatanti, sbattendo i colpevoli in prima pagina senza avere la minima prova”. Parola di Maurizio Zamparini: il presidente del Palermo, in un’intervista al Corriere della Sera, commenta così le vicende emerse dall’inchiesta condotta dalla Procura di Napoli (qui i dettagli relativi al club rosanero). “Succedono cose incredibili. Pensate che mi ha appena telefonato il mio ex direttore sportivo, Rino Foschi, ora al Cesena: gli hanno sequestrato 5.000 euro sul conto corrente. Sono indignato – spiega l’imprenditore friulano -. In Italia serve la rivoluzione perché sennò andiamo tutti nella me**a. Mi accusano di evasione fiscale per aver dato a un procuratore meno di 70 mila euro parecchi anni fa. Si dovrebbe indagare su quelli che stanno indagando, piuttosto”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Antonio Amuso - 1 anno fa

    Ora dirà la solita scusa che i suoi amici investitori non vengono più perché in Italia il calcio è malato..bla bla . Arrivano a pennello queste scuse X lui !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy