ZAMPARINI: “IACHINI, ZAMPA È CAMBIATO”

ZAMPARINI: “IACHINI, ZAMPA È CAMBIATO”

“Fonderò adesso un sindacato dei contribuenti, perché non c’è nessuno che difende gli italiani dai poteri forti. Evadere è un reato, ma colpire un cittadino che non paga.

Commenta per primo!

“Fonderò adesso un sindacato dei contribuenti, perché non c’è nessuno che difende gli italiani dai poteri forti. Evadere è un reato, ma colpire un cittadino che non paga perché non può, significa che lo stato è canaglia. Qua ci stiamo inventando gli evasori”. Maurizio Zamparini non ci sta più. Il presidente del Palermo si sfoga ai microfoni di Radio24.

Spazio anche per il calcio.Perché non ho cacciato ancora Iachini? Perché ho mandato via così tanti allenatori che mi sono stufato (ride). Con Iachini ho un rapporto come tra padre e figlio, è nato con me come allenatore, è stato il mio capitano nel Venezia, è un ragazzo molto serio e va aiutato. Penso che verrà fuori bene. La tentazione di esonerarlo c’è stata? Ho esaminato la situazione in tutti i dettagli, da imprenditore, perché ne dobbiamo uscire e ne usciremo – ha aggiunto il patron rosa da quanto raccolto da Mediagol.it -. Lo Zamparini di qualche anno fa magari lo avrebbe esonerato. Con l’età si diventa anche più saggi. Quest’anno pago solo Iachini. Gli altri anni ne pagavo 2-3 alla volta. Il calcio è l’unica cosa sana di questo paese e lo vogliono sputtanare. Lasciamogli almeno questo, perché si parla sempre di calcio in crisi, di calcio in allarme, non è vero niente. Il calcio sta benissimo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy