Zamparini: “Iachini ha fatto la fine di Craxi, pensava di essere l’artefice del calcio”

Zamparini: “Iachini ha fatto la fine di Craxi, pensava di essere l’artefice del calcio”

Le parole del presidente rosanero.

1 Commento

Dopo una settimana turbolenta in casa Palermo sembra sia tornata la tranquillità, l’annuncio del nuovo tecnico – Guillermo Schelotto – da parte di Maurizio Zamparini ha ricondotto il patron rosanero su un tema vecchio di almeno un mese ovvero l’esonero di Beppe Iachini. “Perché ho mandato via Iachini? Perché secondo me quando uno arriva a un certo livello senza mantenere l’umiltà poi fa la fine di Craxi, un ottimo governante che ha perso la misura. Pensa di essere l’artefice del calcio, che crea tutto lui e a me non va bene. Il ragionamento è generale. Per esempio mi diceva che il direttore sportivo non doveva mettere piede nello spogliatoio, che 3-4 giocatori che aveva portato il mio amico procuratore erano suoi nemici. Sono cose che non vanno. Allo stesso modo Ballardini vedeva i nemici. Il paragone tra Iachini e Craxi? Beh, voglio dire che uno come Craxi, che era uno dei politici più bravi. Adesso che ho detto questa cosa però Iachini fa bene a grattarsi, perché gli voglio bene e non voglio che gli finisca davvero come Craxi, per me è un figlio”. 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. joerosanero - 2 anni fa

    L’umiltà manca a te che ti credi di essere IL DIO ONNIPRESENTE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy