Zamparini: “Ho saputo solo a fine gara che l’arbitro abita a 300 metri da Ballardini, aveva paura di favorirci e così ci ha penalizzati”

Zamparini: “Ho saputo solo a fine gara che l’arbitro abita a 300 metri da Ballardini, aveva paura di favorirci e così ci ha penalizzati”

Le parole del patron rosanero.

Commenta per primo!

La sconfitta di domenica pomeriggio contro la Sampdoria ha sollevato diverse polemiche in casa Palermo soprattutto per l’arbitraggio che a detta del presidente rosanero Maurizio Zamparini non è stato all’altezza. Proprio il patron del club di Viale del Fante, ai microfoni di Sky Sport, ha analizzato dettagliatamente il match contro i blucerchiati. “Io la partita la vedo sempre poi registrata, solo così riesco a vedere le nefandezze degli arbitri e gli episodi delle partite. Poi a fine partita ho saputo da Ballardini che Fabbri abita a 300 metri da casa sua e, quando l’ho scoperto, prima di tutto ho insultato Ballardini, perché se me lo diceva prima io avrei avvisato il designatore che a quel punto avrebbe cambiato designazione. L’arbitro ha un unico torto: non avendo personalità e pensando che potesse essere creduto che favorisse il Palermo, ha fischiato tutto a sfavore nostro. Voleva dimostrare che non era condizionato dalla vicinanza geografica a Ballardini. Mi è già successo una volta con Zaccheroni, un’altra volta con Iachini a Carpi quando arbitrò Candussio di Cervignano del Friuli. Sono cose che passeranno. Mi dispiace perché, checché ne dicano i giornali, contro la Sampdoria dovevamo vincere noi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy