Zamparini: “Ho avvicinato Renzi ma ha fatto una richiesta folle”

Zamparini: “Ho avvicinato Renzi ma ha fatto una richiesta folle”

Maurizio Zamparini tra calcio e politica. L’imprenditore friulano, presidente del Palermo, ha commentato dalle colonne di Libero il momento del Paese e quello del calcio, messo in ginocchio dal.

Commenta per primo!

Maurizio Zamparini tra calcio e politica. L’imprenditore friulano, presidente del Palermo, ha commentato dalle colonne di Libero il momento del Paese e quello del calcio, messo in ginocchio dal momento economico sfavorevole. “Alla guida de Il Movimento per la Gente ho visto ancora più chiaramente che lo Stato non è il nostro protettore ma il nostro nemico numero uno – ha spiegato Zamparini -. I negozi chiudono, le aziende chiudono, gli artigiani si suicidano e loro continuano a parlare di riforma del Senato e di quel cavolo di Jobs Act. Sembra un complotto per distruggere l’Italia. Io sto lavorando ancora per presentarci eventualmente alle prossime elezioni con un movimento fatto di gente che vuole veramente cambiare il Paese. Io non farò mai il politico ma ho avvicinato diversi politici, ultimamente, compreso Renzi, dicendogli quello che va fatto riguardo a sviluppo, investimenti, creare ricchezza: ma ho paura che siano così cretini da non aver capito niente. L’unico obiettivo loro forse è prendere per il culo la gente. Lo stato è nemico del calcio? Nemicissimo. Quando uno come Renzi viene a dirci di pagare la sicurezza al di fuori degli stadi è follia pura”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy