Zamparini: “Domenica a Verona eravamo senza allenatore, da adesso sarò conosciuto anche per aver esonerato due tecnici dopo due vittorie”

Zamparini: “Domenica a Verona eravamo senza allenatore, da adesso sarò conosciuto anche per aver esonerato due tecnici dopo due vittorie”

Le parole del patron rosanero.

Commenta per primo!

Dopo l’esonero di Davide Ballardini nonostante la vittoria in casa dell’Hellas Verona, il presidente rosanero Maurizio Zamparini ai microfoni de ‘La Zanzara’ ha parlato della situazione che ha colpito il club di Viale del Fante in questo periodo e di un suo possibile futuro come politico. “Il Palermo è solo una squadra di calcio che vince e perde a prescindere dall’allenatore, secondo la sua forza. L’ultima partita era praticamente senza allenatore. E’ colpa anche mia, dell’ambiente del calcio, c’era veramente troppo stress su di lui per il risultato. Adesso sarò conosciuto anche per avere esonerato due allenatori dopo due vittorie. Il calcio ti dà una fama pazzesca, in questo mondo solo di immagine sono conosciuto solo per questo. Ognuno ha il proprio destino e questo è il mio. Squinzi? Lui non esonera gli allenatori, ma gli è andata peggio perché deve fare il capo degli industriali. Io presidente di Confindustria? Per l’amor del cielo. Il mio orgoglio è creare posti di lavoro, non farò mai il politico e non occuperò poltrone. Se fossi un dittatore Confindustria la tirerei via, però come tante altre cose”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy