Vigilia importante per il Palermo: col Crotone si capirà di che pasta è fatta questa squadra

Vigilia importante per il Palermo: col Crotone si capirà di che pasta è fatta questa squadra

Il Palermo affronta il Crotone nel primo match davvero alla portata. Titolare Nestorovski, con Diamanti e Sallai alle sue spalle.

Commenta per primo!

E’ una vigilia importante quella che vive oggi il Palermo di Roberto De Zerbi.

Il tecnico rosanero sta ragionando sugli ultimi dubbi di formazione e domani siederà per la prima volta nella sua vita su una panchina di Serie A da allenatore. Contro il Napoli ha vissuto da squalificato l’esordio, a Pescara contro il Crotone avrà modo di vivere appieno le sensazioni della gara. Per il match coi pitagorici l’ex allenatore del Foggia è intenzionato a riproporre il 4-3-3, anche se dovrebbero esserci diverse novità. Nessun cambiamento tra i pali, dove ci sarà ancora Posavec, nonostante le incertezze sul terzo gol del Napoli. Fiducia al croato, che difenderà la porta rosanero anche col Crotone. Davanti all’ex Inter Zapresic ci sarà una coppia centrale che dovrebbe essere composta da Rajkovic e uno tra Gonzalez e Goldaniga (il primo sembra ad oggi nettamente favorito). Rispoli era stato tenuto a riposo nella partita contro gli Allievi di un paio di giorni fa, ma si è allenato regolarmente ieri e non dovrebbero esserci dubbi sulla sua presenza in campo dal primo minuto. Sulla corsia di sinistra ci sarà il norvegese Aleesami. Qualche novità anche in mediana, con Bruno Henrique candidato all’esordio dal primo minuto. L’ex Corinthians non sarà schierato nel suo ruolo naturale di regista, ma da mezzala sinistra, in modo da poter sfruttare le sue doti d’inserimento. Davanti alla difesa giocherà ancora Gazzi, mentre l’altra maglia in mediana andrà a Hiljemark, ancora a secco di gol in questa stagione. In attacco torna Nestorovski dal primo minuto, con Sallai e Diamanti che lavoreranno alle sue spalle per imbeccarlo: una sorta di 4-3-2-1 che si può trasformare facilmente in un 4-3-3.

Sarà una gara particolarmente importante per i rosanero, che affronteranno per la prima volta in questo torneo una squadra che non partecipa alle coppe europee. La partita contro il Crotone dirà tantissimo sul livello della squadra di De Zerbi, sulle lacune e i punti di forza dell’organico a sua disposizione. Il match dell’Adriatico sarà anche l’occasione per valutare a che punto è il lavoro dell’allenatore che ha preso la squadra da poco meno di due settimane e che ha avuto a lungo fuori molti elementi tra infortuni e le partite delle nazionali.

LE STATISTICHE – Entrambe le squadre non hanno ancora vinto in questo campionato, condividono questo poco invidiabile primato col Cagliari. I calabresi sono l’unica squadra di tutta la massima serie a non aver ancora fatto nemmeno un punto, mentre i rosanero hanno colto il pari con l’Inter alla seconda giornata. Non è una anomalia però quella del Crotone, visto che anche le precedenti quattro esordienti assolute in Serie A avevano cominciato senza trovare la vittoria nelle prime tre giornate (Carpi, Frosinone, Sassuolo e Treviso, solo il Sassuolo è riuscito a salvarsi). Il Palermo ha cominciato con un punto in tre giornate anche nelle stagioni 1962/69, 1969/70, 2010/11 e 2012/13, retrocedendo tre volte su quattro. Solo nel 2010-11 i rosanero terminarono il campionato addirittura all’ottavo posto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy