Viareggio Cup, Baccin: “Le tre regole del nostro settore giovanile. Vittoria vs Inter una rivincita”

Viareggio Cup, Baccin: “Le tre regole del nostro settore giovanile. Vittoria vs Inter una rivincita”

Le parole del responsabile del settore giovanile rosanero.

Commenta per primo!

Dopo l’impresa sfiorata due anni fa, la Primavera del Palermo è riuscita a staccare i biglietti per la finale della Viareggio Cup.

Questo pomeriggio la squadra di Giovanni Bosi si giocherà la possibilità di alzare Coppa Car­ne­va­le contro la Juventus. “C’è gran­de sod­di­sfa­zio­ne e en­tu­sia­smo, se penso che 2 anni fa ab­bia­mo man­ca­to la fi­na­le per un ri­go­re sba­glia­to con­tro una squa­dra che aveva tre gio­ca­to­ri che oggi sono in Cham­pions, es­se­re riu­sci­ti a bat­te­re l’Inter è un gran­dis­si­mo tra­guar­do – ha dichiarato Dario Baccin, responsabile del settore giovanile del Palermo, a ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Il di­va­rio tra noi e i ne­raz­zur­ri è enor­me come lo era due anni fa con l’An­der­le­cht. Le re­go­le del no­stro set­to­re gio­va­ni­le sono tre: qua­lità, men­ta­lità e senso di ap­par­te­nen­za. É un la­vo­ro che parte da lon­ta­no e svi­lup­pa­to da tec­ni­ci seri e pre­pa­ra­ti. Quan­do pren­dia­mo un ra­gaz­zo, pre­fe­ria­mo co­min­cia­re dalla for­ma­zio­ni mi­no­ri per avere il tempo di la­vo­rar­ci. Quel­la con l’Inter è stata una sorta di ri­vin­ci­ta della fi­na­le playoff Gio­va­nis­si­mi di quat­tro anni fa. Di quel­la squa­dra in ne­raz­zur­ro è ri­ma­sto un solo gio­ca­to­re, da noi ce n’erano 12″.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy