Vecchioni: “Sicilia isola di merda”. E un giornalista palermitano: “Si riferiva al Palermo calcio e ai suoi tifosi”

Vecchioni: “Sicilia isola di merda”. E un giornalista palermitano: “Si riferiva al Palermo calcio e ai suoi tifosi”

La frase infelice del cantautore e il commento offensivo di un giornalista di Palermo.

7 commenti

Non si placano le polemiche sull’infelice frase del cantautore Roberto Vecchioni che ha definito la Siciliaun’isola di merda” nel corso di un suo intervento all’Università di Palermo. “Credete che sia qui soltanto per fare una sviolinata? No, assolutamente – ha detto l’autore di ‘Luci a San Siro’ agli studenti – Arrivo dall’aeroporto, entro in città e praticamente vedo 400 persone su 200 che girano in moto senza casco. In tutti i posti ci sono tre file di macchine in mezzo alla strada e si passa con fatica. Questo significa che tu non hai capito cosa sia il senso dell’esistenza con gli altri. Non lo sai, non lo conosci. E’ inutile che ti mascheri dietro al fatto che hai il mare più bello del mondo. Non basta. Sei un’isola di merda. Non amo la Sicilia che rovina la sua intelligenza e la sua cultura, che quando vado a vedere Selinunte, Segesta non c’e’ nessuno. Non amo questa Sicilia che si butta via“.

Ad alimentare il topic che ha fatto indignare mezza popolazione e a spostare, senza un apparente motivo, le attenzioni sul Palermo Calcio e i suoi tifosi, ci ha pensato un giornalista palermitano che su Facebook ha scritto intorno all’ora di pranzo: “Secondo me #Vecchioni con il termine ‘merda’ definiva il #Palermo #Calcio e i suoi #tifosi. D’Altra parte sono loro a non indossare il casco in modo e a mettere le auto in terza fila…“. Post modificato dopo circa sette ore in seguito alle pressioni del Palermo Calcio, ma comunque non rimosso nonostante le proteste di numerose persone che tramite commenti lo invitavano a riflettere sull’offesa gratuita rivolta a club e tifosi rosanero.

giornalista-palermo-merda-04-12-2015

 

GUARDA IL VIDEO CON LE DICHIARAZIONI DI ROBERTO VECCHIONI

 

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. vicio64 - 2 anni fa

    Vecchioni vieni tu e ci fai vedere come si fa,sei di Bologna?ci sono stato ma non mi sembra che ci sia tanta differenza,vi nascondete dietro false culture,vieni cacci vedere tu,hai trovato casino? i picciotti senza casco,sara’che non siamo schematizzati incasellati,vieni a fare il governatore dai ti aspettiamo,vieni a lesinare sentenze,scrivici sopra una canzona,Lucio Dalla lo ha fatto,e l’ha trovata bellissima,tu che hai da dire?senti non ci venire piu’ che gente come te accultura che snobba il mare e tutto quello che di bello c’e’ a Palermo e in SIcilia,la prossima volta fatti spedire le panelle e ti fai un panino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Salvo da Bali - 2 anni fa

    vorrei dire a questo Vecchioni che cosa ha detto in parte e’ giusto ma usare le parole che ha usato lui e’ uguagliarsi a quelle persone che vanno in giro senza casco e che mettono le macchina in dopia fila anzi li hai battutti tutti!!! spero le persone che erano all’universita’ ti hanno trattato come meriti, penso che dopo cio’ le luci a San Siro si sono spente definitivamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Catalano - 2 anni fa

    Perché censurare il nome del “giornalista”?… Toglieteci la curiosità di sapere chi è stato. Grazie…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ZAMPAVATTENE!! - 2 anni fa

      NON LO POSSO SCRIVERE PERCHE’ ME LO CENSURANO, MA SE VUOI SAPERE CHI E’, TI DICO COME FARE IN MODO SEMPLICE: VAI NELLA PAGINA FACEBOOK DI REPUBBLICA PALERMO E GUARDA LE FIRME DEGLI ARTICOLI…QUANDO TROVI UN NOME CHE FINISCE PER Y, E’ LUI

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Andrea Lo Iacono - 2 anni fa

    Oddio…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Emanuele Giglio - 2 anni fa

    Ecco se uno aveva detto na minchiata ora sappiamo chi sono gli apostoli delle stesse…….MITICO….FARAI CARRIERA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ZAMPAVATTENE!! - 2 anni fa

    X LA REDAZIONE:
    MA PERCHE’ OSCURATE E OMETTETE DI DIRE NOME E COGNOME DEL “GIORNALISTA”?
    QUELLO CHE HA SCRITTO E’ ANCORA LI ED E’ PUBBLICO, COSI’ COME PUBBLICO E VISIBILE A TUTTI E’ IL SUO PROFILO FB.
    QUINDI NON VEDO QUALE SIA IL PROBLEMA
    NON SONO MOLTI I “GIORNALISTI” DI REPUBBLICA IL CUI NOME INIZIA PER V E FINISCE PER Y…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy