Vasari esalta i “picciotti” rosanero: “Onoreranno la maglia e i tifosi lo apprezzeranno”

Vasari esalta i “picciotti” rosanero: “Onoreranno la maglia e i tifosi lo apprezzeranno”

L’ex attaccante del Palermo ha spiegato come i tre giovani palermitani (La Gumina, Fiordilino e Accardi) potrebbero e dovrebbero partire dal primo minuto in occasione della sfida casalinga contro l’Avellino

di Mediagol97

Parla Gaetano “Tanino” Vasari.

L’ex attaccante del Palermo che giocò proprio nella squadra dei “picciotti” rosanero, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de La Repubblica edizione Palermo in vista del match casalingo contro l’Avellino, durante la quale ha spiegato come i tre giovani palermitani (La Gumina, Fiordilino e Accardi) potrebbero e dovrebbero partire dal primo minuto proprio in occasione della suddetta sfida. Di seguito le sue dichiarazioni.

Se giocheranno Accardi, Fiordilino e La Guminaafferma Vasariindossare quella maglia per loro sarà un onore e una grande emozione così come lo è stato per me tutte le volte che sono sceso in campo con la maglia rosanero. La onoreranno e il pubblico lo apprezzerà“.

Si sente davvero quel legame così intenso che raccontate voi palermitani che avete giocato nel Palermo?
“Da piccolo andavo allo stadio con mio padre: indossare quella maglia era il mio sogno, esserci riuscito e portarla nello stadio in cui guardavo i miei idoli dagli spalti è sempre stata una grande emozione. Penso che valga lo stesso anche per loro tre”.

In un momento particolare come quello che sta vivendo il Palermo quanto può essere pesante quella maglia per un palermitano?
“Non penso che possa essere un peso. In campo dai il massimo pensando solo alla partita. Essere palermitani per loro è un’arma in più e faranno bene. Devono pensare solamente a vincere più partite possibile per riportare il Palermo in Serie A“.

Si riesce a trasmettere ai compagni di squadra la cosiddetta “palermitanità”?
“Quando vedi un compagno che corre e dà l’anima e lo vedi fare a due-tre giocatori anche gli altri danno tutto sul campo. Loro sapranno dare l’esempio e la squadra li seguirà”.

Trovi il resto dell’intervista qui: (Vasari: “Triste vedere lo stadio vuoto. Avrei scommesso la casa su questo Palermo, poi…”)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Antonio Ino Cici - 4 mesi fa

    È vero quello che tu dici il palermitano gioca con il cuore e con rabbia perché vuole che i nostri colori trionfano sempre però il pubblico palermitano non gli perdona un errore ricordati di te e di Parisi ciao in bocca a lupo per tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy