VARESE-PALERMO, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

VARESE-PALERMO, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

Di Fabrizio Anselmo
.

Commenta per primo!

Di Fabrizio Anselmo

Il Palermo espugna anche il ‘Franco Ossola’, 1-2 reti di Vazquez e Belotti, e si porta adesso a +14 sulle terze in classifica. I rosa lasciano sfogare gli avversari, gli regalano l’illusione della vittoria, salvo poi chiudere i conti in maniera perentoria e senza possibilità d’appello.  Migliori in campo Sorrentino ed il solito Belotti, peggiori Munoz e Terzi per la gestione sbagliata di alcune situazioni di gioco.
Giorno 4 aprile, in anticipo alle 20:30, ci sarà Palermo-Avellino: sarà l’occasione giusta per riappacificarsi definitivamente con la tifoseria e volare insieme verso la Serie A?

SORRENTINO 8 le maglie della difesa rosanero si allargano e “finalmente” l’ex Chievo può dimostrare il suo valore facendo in maniera ordinaria i soliti interventi straordinari. Nel calcio esistono tanti portieri ma pochi numeri uno. Top player.

MUNOZ 5,5 colpevole sul gol di Pavoletti, si fa ingolosire dalla palla perdendo il suo uomo che si ritrova totalmente solo dopo la spizzata di Oduamadi su cui inizialmente era in marcatura Terzi. Altro errore la respinta corta al centro dell’area che permette a Sorrentino di esaltarsi su Rea. Pochi gli errori, in effetti, ma che potevano essere decisivi.

 TERZI 5,5 soffre la velocità di Oduamadi e Pavoletti ma tiene un certo ordine rimanendo statico nella sua zona di competenza. Sul gol sbaglia il tempo di uscita su Oduamadi che serve l’assist a Pavoletti su cui inizialmente era in marcatura Munoz ma, ribadiamo, il marcatore diretto in quel momento era l’argentino, non lui. Con l’ingresso di Milanovic viene spostato più avanti per fare da stantuffo alla retroguardia rosa.

 ANDELKOVIC 6,5 complice la giornata no di Munoz, fa gli straordinari muovendosi in lungo ed in largo su tutto il fronte difensivo. Ha il grande merito di sporcare tutte le palle alte che diventano in questa maniera difficili da controllare

 PISANO 6,5 soffre il confronto sulla fascia con Grillo ed Oduamadi ma mette la corsa al servizio della squadra coprendo gli spazi nel forcing finale del Varese. Suo il traversone da cui è nato il gol di Vazquez e suo anche il merito del  gol di Belotti, guadagnando il calcio di punizione da cui nasce l’angolo decisivo dopo un tiraccio di Vazquez.

BOLZONI 6,5 solita sostanza e costanza per il mediano rosanero che duetta con Pisano nell’azione del pareggio di Vazquez.

 MARESCA 6 chiama più volte la squadra al palleggio ma, complice la rapidità ed il pressing del Varese, non riesce ad impostare il gioco come in altre occasioni. Anche oggi tante palle perse pericolosamente a centrocampo ed un paio di falli davvero inutili. Iachini lo fa uscire al 38’ per evitargli il rosso e dare più copertura.

  •  MILANOVIC S.V. (dal 38’ S.T.) premesso che Iachini ha sempre ragione (miglior difesa e + 14 sulla terza), non sarebbe il caso di dare più di qualche chance a Milanovic?

 VAZQUEZ 7 vederlo giocare in Serie B ricorda certe partite all’oratorio quando il più tecnico veniva marcato senza alcuno schema da almeno sei giocatori e preso a randellate per tutto l’incontro. In questa categoria è un lusso, crea sempre la superiorità e guadagna punizioni e secondi preziosi, se in più segna ogni sabato…

DAPRELÀ 6 meno propositivo, si limita a difendere e coprire le incursioni degli esterni del Varese. Sul gol di Vazquez c’è anche il suo zampino.

LAFFERTY 6 lotta su tutti i palloni ma compie un unico errore: pensare di giocare ancora nel Glasgow. In Italia bisogna abbinare fisico e fosforo per non rischiare di lasciare la squadra in dieci ogni partita.

  •  NGOYI S.V. (dal 33’ S.T.) prova ad uscire da tutte gli scontri palla al piede e mette in mostra anche una buona tecnica accarezzando il pallone di suola sull’out di sinistra nel tentativo di guadagnare secondi preziosi.

 DYBALA 5,5 particolarmente evanescente, soffre i continui raddoppi del centrocampo del Varese. Iachini lo fa uscire ad inizio ripresa per un fastidio alla caviglia.

  •  BELOTTI 8 (dal 5’ S.T.) In natura sarebbe impossibile vedere un gallo fare volare un’aquila, ma Belotti riscrive le regole, si carica i rosa sulle spalle e promette ai tifosi rosanero di lasciargli il sabato pomeriggio libero. Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare.

TROIANIELLO, UJKANI, VERRE, VITIELLO 10 è vero che sono professionisti pagati profumatamente per dare calci ad un pallone, ma vederli partecipi negli incoraggiamenti e nelle esultanze nonostante lo scarso utilizzo fa capire ancora una volta di più lo spessore di questi uomini, prima che giocatori.

IACHINI 7 prepara tante partite nella partita, e le vince tutte. Indovina Pisano titolare che garantisce maggiore copertura fuori casa, arretra Vazquez che giganteggia tra le linee e cala il solito poker nei cambi regalando il successo ai rosa. Con lui sono tutti titolari, è questa la vera novità.

 

VOI CHE VOTI AVRESTE MESSO?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy