A tutto Rispoli: “Palermo, voglio dare il massimo. I nuovi hanno grandi qualità. E su Morganella…”

A tutto Rispoli: “Palermo, voglio dare il massimo. I nuovi hanno grandi qualità. E su Morganella…”

Commenta per primo!

Ponte di Legno (dai nostri inviati) – Quindici apparizione in stagione con la maglia del Palermo. Complice il grave infortunio di Michel Morganella, Andrea Rispoli è riuscito a ritagliarsi molto spazio in Sicilia meritando la riconferma da parte della società e di Beppe Iachini. Il tecnico di Ascoli Piceno lo ha voluto fortemente alle sue dipendenze. E, al momento, l’esterno classe ’88 di Cava de’ Tirreni è il solo padrone della fascia destra. Intervenuto in conferenza stampa direttamente dal ritiro pre-campionato della sua squadra, Rispoli si è espresso in vista della prossima annata. Buoni propositi? Certo, tanti. Su tutti, quello di poter ripetere le prestazioni offerte nel secondo stralcio di campionato.

Un giudizio sui nuovi acquisti – “Sono dei giorni molto intensi per noi, stiamo lavorando tanto e vogliamo migliorare. I nuovi arrivati? Ci possono dar una grossa mano, sono dei ragazzi validi che possono far divertire i tifosi. Sono calciatori con grandi qualità altrimenti non sarebbero qui con noi, stanno cominciando a inserirsi anche nei nostri meccanismi di gioco proprio come vuole Iachini anche se ci vorrà del tempo affinché possano acquisire la giusta condizione fisica”.

Obiettivi personali – Cosa chiedo alla prossima stagione? Vorrei avere la continuità dell’anno scorso. Voglio dare del mio meglio. Se arriveranno dei risultati importanti a livello di squadra, sarà tutto di guadagnato”.

Cambio modulo? Nessun problema – “La difesa a quattro piuttosto che quella a tre? Cambia poco per me, sono abituato a giocare sia a tre che a quattro, lo facevo alla Sampdoria e non c’erano problemi – dichiara Rispoli da quanto raccolto da Mediagol.it -. Se mi chiedete quale schieramento preferisco, dico il 3-5-2, perché mi ritrovo ad agire da esterno di centrocampo e posso presentarmi più volte al cross”.

Cercasi primo gol in Serie A – “Ogni qualvolta ho l’opportunità di segnare, mi faccio trovare pronto, succede anche in allenamento. Ma con tutta franchezza ciò che vado a cercare è la prestazione utile per la squadra, che il gol personale”.

Su Michel Morganella – “Il rientro o meno di Morganella? Con lui abbiamo condiviso momenti importanti, così come tutto con il resto del gruppo. Se tornerà a nostra disposizione, sarà bene accetto qui al ritiro. Se non tornerà, vedremo cosa succederà”.

Il rapporto col mister – “Dobbiamo pensare partita dopo partita e magari le ultime dieci giornate potremo pensare al vero obiettivo stagionale. Iachini non mi ha parlato, ha preferito discutere con l’intero gruppo e sarà fondamentale seguirlo e di fare tutto quello che dice; è un tecnico molto esigente che cura i minimi dettagli e quando c’è qualcosa che non va cerca di darci i giusti consigli per migliorarci”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy