Triulzi: “Ecco come portai Cavani in Italia. Lo voleva il Real, lui scelse Palermo. Tutto merito di Foschi”

Triulzi: “Ecco come portai Cavani in Italia. Lo voleva il Real, lui scelse Palermo. Tutto merito di Foschi”

Le parole dello storico agente di Edinson Cavani.

Commenta per primo!

La sua storia nel calcio inizia con Edinson Cavani e con il suo trasferimento al Palermo nel gennaio 2007: affare che costruì insieme al direttore sportivo rosanero di allora, Rino Foschi. Si tratta dello storico procuratore del Matador, Pierpaolo Triulzi. “Sì, tutto cominciò con Edi. Un mio collaboratore in Uruguay mi parlò di lui: lo andai a vedere a 16 anni nel Danubio, era uno spilungone magro magro. Ma già segnava tanto. Fece il Torneo di Viareggio e provò con il Chievo: ma i 500 mila dollari di clausola erano troppi per il club veneto. Ci provò il Toro, niente – ha dichiarato Triulzi -. Edi è tornato in Uruguay, e al Mondiale Sub 20 del 2007 si innamorarono tutti di lui e di Pato. Si scatenò il finimondo: Fiorentina, Real, Juve… Scegliemmo il Palermo. Perché? Semplice, si fanno valutazioni serene: vado a memoria ma in quel Real mi pare ci fossero almeno Robben, Raul, Robinho, Van Nistelrooy, Higuain, Saviola. Cosa andava a fare Cavani? E poi Rino Foschi fu un dirigente molto abile ad anticipare tutti. E quello conta moltissimo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy