Trajkovski: “Dimostrato di essere grande gruppo. Serie A? Non pensiamo ad altro…”

Trajkovski: “Dimostrato di essere grande gruppo. Serie A? Non pensiamo ad altro…”

L’intervista all’attaccante macedone con la maglia numero 7 del club rosanero

Durante l’ultima vittoria casalinga del Palermo contro l’Avellino, Aleksandar Trajkovski è tornato al gol (su calcio di rigore) dopo quasi un girone (non segnava dalla trasferta di Cesena dello scorso dicembre).

L’attaccante macedone con la maglia numero 7 del club rosanero, ha parlato ai microfoni de Il Corriere dello Sport del suo momento personale e di quello che sta vivendo la squadra in questa fase cruciale della stagione:

Zamparini, Tedino e Jajalo? Sono tre persone che mi stimano e mi hanno sempre spronato ed incoraggiato dentro e fuori dal campo, per questo motivo la loro opinione non può lasciarmi indifferente. Mi reputo una persona modesta ed equilibrata, preferisco esprimere il mio valore con i fatti e non con le parole.

Il gol risulta sempre la medicina migliore, ma il calcio è un gioco di squadra. Si vince e si perde insieme e dopo ogni prodezza non c’è cosa più bella che abbracciare i propri compagni e condividere la gioia. Nestorovski? Mi dispiace per il suo infortunio, ma sarà sempre con noi, durante ogni gara.

A Venezia, mancherà Igor (Coronado) per squalifica e torneranno a disposizione Mato Jajalo ed Eddy Gnahoré. Ognuno farà la sua parte. Contro l’Avellino abbiamo dimostrato, ancora una volta, di essere un grande gruppo, siamo più forti delle assenze, era già successo a Bari all’andata ed anche in quella occasione ho segnato.

Se credo alla Serie A? Non dobbiamo accontentarci, abbiamo l’obbligo di combattere fino all’ultimo per conquistare la promozione diretta. Oggi nessuno di noi pensa ad altro“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per mediagol // fine configurazione per mediagol