Tra una settimana l’esordio in Serie A e il Palermo ha ancora bisogno di acquisti. Dal campo segnali positivi e Aleesami già convince

La vittoria sul Bari è confortante, ma sul mercato c’è ancora tanto da fare e questa settimana inizia il campionato.

6 commenti

Archiviata la qualificazione al quarto turno di Coppa Italia, l’ambiente rosanero si tuffa in una settimana che porterà al ben più importante esordio in campionato.

Ballardini può senz’altro dirsi confortato dalle indicazioni ricevute dai due match disputati in questo precampionato al Barbera. Sia con l’OM che col Bari si sono visti piccoli passi in avanti e una tenuta di squadra sufficiente. Particolarmente soddisfacente l’apporto di Aleesami, neoacquisto subito tra i migliori in campo nel match di venerdì sera. Il norvegese è sembrato particolarmente a suo agio come esterno di sinistra del centrocampo disegnato da Ballardini e le sue accelerazioni hanno spesso coinciso con le offensive più incisive dei padroni di casa. Bene anche Bentivegna e Balogh, che hanno messo in crisi la tenuta difensiva dei pugliesi, e Posavec che ha disputato la sua miglior partita di questo precampionato. Tra una settimana si farà sul serio e i risultati conteranno davvero, ma mentre Ballardini e i suoi suderanno sul campo di Boccadifalco il lavoro più importante, visti i tasselli importanti che mancano all’organico, sarà quello che il Palermo riuscirà a realizzare sul mercato.

MERCATO – Dopo Embalo e Nestorovski, unici volti nuovi presenti in ritiro, i rosanero hanno inserito Rajkovic, Aleesami, Gazzi e Sallai, ma il lavoro di Faggiano è ancora tutto da completare. Da chiarire la situazione dei portieri a disposizione, con Ballardini che ha recentemente confermato la sua richiesta di un estremo difensore d’esperienza e il club che sul sito ufficiale ha messo a tacere ogni discorso. Il Palermo dovrà comunque disputare prima della chiusura del calciomercato ben due giornate di campionato, non è da escludere, dunque, che si possa rimandare agli ultimissimi giorni di campagna acquisti l’eventuale operazione in entrata, in base al rendimento di Posavec nei primi due impegni di Serie A (il croato ha fornito risposte estremamente positive contro il Bari). La retroguardia ad oggi è il reparto più completo, con l’arrivo di Rajkovic che ha ampliato il numero di soluzioni a disposizione di Ballardini. Entro la chiusura del calciomercato dovrebbe partire qualcuno, con Gonzalez da tempo con le valigie pronte, e Struna che voci delle ultime settimane danno poco convinto di rimanere. Molto diversa la situazione della mediana, completamente rivoluzionata dalle partenze estive e ancora orfana di un centrocampista di qualità che sappia dettare i tempi alla squadra. Senza Brugman, Maresca e Cristante, il Palermo ha bisogno di un nuovo regista, ma non sembra troppo convinto di riuscire a trovarlo nel mercato italiano. Non è un caso che ad oggi tutti gli indizi portino Bruno Henrique, talento del Corinthians a lungo nel mirino del Torino. Faggiano è chiamato a sistemare anche l’attacco, dove il solo Nestorovski difficilmente potrà reggere il peso dell’intero reparto. Il macedone ha lottato tanto e concluso poco nelle due sfide disputate al Barbera e rimane una scommessa rischiosa. Improvvisamente il nome di Iemmello, reduce da un super campionato in Lega Pro col Foggia, sembra aver conquistato la pole: indubbiamente un buon giocatore, che però ha fatto bene soltanto in C. Basterà per una salvezza tranquilla?

COPPA ITALIA – A sorpresa sarà ancora una squadra di B ad affrontare il Palermo nel quarto turno eliminatorio di Tim Cup. E’ saltato, infatti, l’atteso scontro con l’ex tecnico Iachini dopo che la sua Udinese è stata estromessa dal torneo a causa della sconfitta per 3-2 rimediata contro lo Spezia. I friulani sono stati eliminati di fronte al pubblico della Dacia Arena per mano della squadra guidata dall’altro ex rosanero Domenico Di Carlo. Saranno gli spezzini a giocare contro il Palermo il 30 novembre al Barbera.

Mariano Calò

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marco Canzoneri - 2 mesi fa

    Bene Aleesami, Gazzi nel primo tempo, goldaniga certezza. Bentivegna generoso e motore del centro ma un passaggio ultimo non lo ha azzecchato Balogh troppo leggero e inesperto. Io non ho visto neanche un cross e nessuno che creava superiorita’; la fase offensiva stagna. E’ vero e’ calcio di agosto ma il Bari non e’ la squadra piu’ forte di B e il Palermo e’ indiscutibilmente piu’debole di quello dello scorso anno. Inutile aggiungere altro ci vogliono acquisti anche perche’ quest anno il campionato e’ piu’ competitivo e lo stesso Pescara e’ una buona squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prpldvl_67 - 2 mesi fa

    Grazie, grazie per un articolo positivo mi sembra che tutta la situazione del Palermo sia completamente demonizzata; alla fin fine e’ una squadra giovane e fa bene abbiamo ragazzi siciliani della primavera che giocano in nazionale under etc… occorre andare allo stadio e fare tifo fare gruppo stare vicino alla squadra essere il numero 12 imparare dal campionato inglese ed olandese. Da noi gli stadi so pieni il Feyenoord fa 45.000 spettatori a partita sia che il Feyenoord dis al top o nel fondo … In Inghilterra pure i tifosi allo stadio a fare gruppo e tifare: mica mancano posti per andare o no?

    Buona gironata e forza Palermo

    D.P. London UK

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. enzovinci121_840 - 2 mesi fa

    L’allenatore insistendo pubblicamente per un portiere ha sbagliato di fatto ha sfiduciato posavec che invece ha bisogno di iniezioni di fiducia…poi in effetti ballardini ha corretto il tiro sfduciando pero fulignati…insomma io mi sarei stato zitto ….tanti club di a fanno parare i giovani e tra i migliori portieri noi abbiamo avuto un giovane sirigu…anche sul resto della rosa dire che e’ largamente incompleta significa sfiduciare molti giocatori con il 3-4-3 a centrocampo ci stanno in due gli attuali sono 5 e adesso arriva il sesto chi deve giocare prima? In attacco io credo che ci sia la vera esigenza pero’ anche qui ci sono tre posti e attualmente abbiamo embalo, trajkosky, nestorosky, sallai,bentivegna,balogh,lofaso, quaison…qualcuno bisogna mandarlo a farsi le ossa….lofaso sicuramente ma probabilmente anche balogh che cmq e’ tecnicamente molto forte…nestorosky per me e’ un buon acquisto ha fatto gol in ammichevole durante il ritiro non mi preoccupano queste due partite senza occasioni da gol io ho visto a Palermo molti attaccanti ingranare dopo qualche partita Gilardino compreso ma ricordo persino Luca Toni impiego’ varie partite prima di cominciare a essere decisivo …io penso la rosa sia valida anche tecnicamente, giusto pensare a due innesti di qualita’ ma bisogna anche fare qualche cessione come Gonzalez certamente, quaison, Struna che darei solo in prestito perche il ragazzo e’ forte ma l’ambiente non lo aiuta, lazaar anche se lavorandoci potrebbe essere utile farlo giocare più avanzato come contro il Bari ….ci vuole un po di pazienza e l’ambiente deve aiutare questi ragazzi a crescere si stanno impegnando corrono e alcuni come Sallai sono destinati a fare grandi cose la società sta facendo il suo e per l’ennesimo anno porta in rosa giocatori che nessuno conosceva ma che strapperanno applausi (come Alesaami) adesso tocca ai tifosi fare la propria parte incitando la squadra per tutta la partita sperando che la curva la smetta con queste vergognose divisioni e torni a essere una forza che incide sul risultato in senso positivo e non invece in senso negativo come attualmente accade con i brusii le lagne i pregiudizi (da incompetenti) e i vari cori di insulto al presidente oltre che inutili ormai divenuti davvero stucchevoli…dentro lo stadio queste cose aiutano solo gli avversari invece bisogna tornare a tifare e basta senza insultare nessuno nemmeno gli avversari …ricordandoci tutti che lo stadio deve essere la casa anche delle famiglie e dei bambini che devono assistere tranquillamente a una manifestazione sportiva che per quanto passionale possa esseteb rimane pur sempre un gioco e un momento di svago. E i bambini devono crescere con la cultura dello sport che vuol dire apllaudire gli avversari e sapere accettare anche le sconfitte e i periodi bui. Buon ferragosto a tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. nick - 1 mese fa

      Evitando di leggere il papello
      Il solito canovaccio
      Sempre colpa del mister e dei tifosi
      Mz infallibile come il papa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. VitoChimenti - 1 mese fa

      concordo con te, sia sull’inutilita’ di evitare allarmismi e disfattismi, che sulla possibilita’ di dare fiducia a Posavec a patto che non sia fiducia a tempo (del resto anche il Milan lo ha fatto con Donnarumma). D’altra parte un centrocampista “intelligente” comunque aiuterebbe anche il gioco di Ballardini e permetterebbe uno stile di gioco diverso. Per l’attacco abbiamo tanti nomi ma non abbiamo una grande scelta di prime punte. E’ vero che Toni segno’ il primo gol alla 7 giornata, ma lui conosceva gia’ il campionato italiano e con la sua stazza era impossibile pensare entrasse in forma prima. Nestorovsky invece deve adattarsi alla squadra ed al campionato italiano, una doppia fatica che rischia di caricarlo di troppe responsabilita’ e penalizzarlo in modo eccessivo. Un buon attaccante, magari con esperienza di serie B, potrebbe aiutarlo. In quanto ad Aleesami io ho solo una perplessita’; sicuramente la sua prestazione era assolutamente positiva, ma credo cha abbia nella gambe una preparazione anticipata con la squadra di provenienza. Ed in questo momento della stagione una settimana di preparazione in piu’ si vede subito. Spero di essere smentito e di vederlo giocare con la stessa scioltezza quando gli avversari saranno in forma.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Roberto Ippoliti - 2 mesi fa

    Come tutti gli anni …

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy