Strefezza-Mediagol: “Vi racconto la mia esperienza al Palermo, mi sono bastati pochi giorni per capire di che pasta sono fatti i rosa”

Strefezza-Mediagol: “Vi racconto la mia esperienza al Palermo, mi sono bastati pochi giorni per capire di che pasta sono fatti i rosa”

Le dichiarazioni dell’esterno brasiliano.

Commenta per primo!

Pochi giorni, ma intensi. Per Gabriel Strefezza l’esperienza in rosanero è stata prima di tutto istruttiva. L’esterno brasiliano classe 1997 (qui il video delle sue giocate) ha trascorso una breve parentesi al Palermo, sostenendo un provino, dapprima agli ordini di Ballardini, poi a quelli di Giovanni Bosi, tecnico della Primavera. Dopo essersi allenato con Lazio e Sporting Lisbona, adesso il talento scuola Corinthians è tornato momentaneamente in patria per trascorrere le vacanze: presto acquisirà il passaporto comunitario e a gennaio lo attendono tre provini con tre importanti squadre europee. “Cosa mi ha colpito maggiormente dello spogliatoio del Palermo? Ho vissuto pochissimi giorni con la squadra rosanero, ma mi sono bastati per percepire la bontà e l’affiatamento del gruppo – spiega Strefezza in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it -. Tutti i calciatori del Palermo mi hanno trattato benissimo. Lo spogliatoio rosa è fatto di persone serie, che sanno come trattare bene un compagno più giovane che è alle prime armi. Ho avuto la fortuna di vivere entrambi gli spogliatoi, sia quello di Ballardini (la prima squadra, ndr) che quello della Primavera. In quest’ultimo si nota nettamente l’animo di Giovanni Bosi, la cui prerogativa è l’unione: tutti uniti per il bene comune. Non a caso, non appena sono arrivato, un po’ tutti i calciatori rosa hanno provato a comunicare con me anche se parlavo un’altra lingua. Mi ha fatto molto piacere essere con loro lì“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy