Panchina Palermo: Salerno a breve contatterà Ballardini, le ultime

Panchina Palermo: Salerno a breve contatterà Ballardini, le ultime

Il rapporto tra Ballardini e Zamparini è totalmente deteriorato, ma nei prossimi Nicola Salerno proverà a far da paciere. Il presidente del Palermo è convinto che con il mister ravennate possa avere qualche chance in più di salvezza.

8 commenti

“Una bomba atomica al giorno. A Palermo è così”.

Lo sfogo di Eugenio Corini alla vigilia della sfida contro il Sassuolo era diretto all’ambiente rosanero, il cui pensiero, all’indomani di ogni sconfitta della squadra, va costantemente al futuro dell’allenatore. Uno sfogo legittimo e sacrosanto, ma che ha una radice ben precisa: Zamparini non sembra volere più continuare con il Genio. Lunedì scorso l’ha riconfermato per la terza volta, solamente in assenza di alternative. L’alternativa, per il numero uno del club di viale del Fante, avrebbe portato il nome di Davide Ballardini, tecnico nei confronti del quale il patron non ha usato mezzi termini in passato. “Ha un carattere del ca**o!“, aveva detto pochi giorni dopo l’ultimo (il terzo) addio di settembre.

Un rapporto totalmente deteriorato tra Zamparini e Ballardini, ma il presidente apprezza comunque le sue idee tattiche e, ad oggi, è convinto che se esistono delle speranze di salvare il Palermo dalla retrocessione, vi sarebbero solamente con il mister ravennate in panchina. Al termine della settimana scorsa il contatto tra le parti, ma l’ostilità tra i due non ha portato a un punto di contatto sul piano economico (Ballardini non si smuove dalle sue iniziali richieste).

La novità degli ultimi giorni la riporta Sportitalia, secondo cui a breve Nicola Salerno (nuovo direttore sportivo del club, lo stesso che convinse Zamparini a richiamare Corini in quel “folle” lunedì 16 gennaio) tenterà un’opera di convincimento nei confronti di Davide Ballardini. I due hanno già lavorato (seppur per pochi mesi) a Cagliari, quando i sardi realizzarono un’impresa senza precedenti: 10 punti nel girone d’andata (come il Palermo) e -7 dalla quartultima posizione; 32 punti nel girone di ritorno, con conseguente salvezza (i rossoblu arrivarono addirittura 14esimi). E’ anche vero che in quella squadra erano presenti calciatori del calibro di Storari, Daniele Conti, Larrivey, Jeda e Matri. Tutti agli ordini di Ballardini che Zamparini, con l’ausilio di Nicola Salerno, proverà a convincere a tornare.

Corini fa bene a isolare squadra e calciatori da questi rumors, concentrandosi sulla prossima partita, ma la verità è che il suo presidente non smette di pensare a Ballardini.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Guglielmo Rubino - 10 mesi fa

    Ma perché non si concentrano sul lavoro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Guglielmo Rubino - 10 mesi fa

    Mischia che storia infinita di stanno incartando

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Sergio Briguglia - 10 mesi fa

    Hanno rotto le scatole..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Massimiliano Di Cara - 10 mesi fa

    Ma invece di fare acquisti,pensa a cambiare allenatore!!??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Alfredo Palermo - 10 mesi fa

    mi state facendo vomitare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Francesco Safina - 10 mesi fa

    Arrieri???? Miiii ra camurria!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Dario Di Fatta - 10 mesi fa

    Oltre il mercato nn capisco perché esonerare Corini,un capitano,una bandiera,un vero tifoso di Palermo,la colpa nn è di Corini ma di un organico di terza categoria,nn prenderà nessuno che possa migliorare questa squadra….siamo stanchi di essere presi ancora in giro,nn vedo l’ora che finisca questo incubo!Zamparini ti odio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Jolanda Busetta - 10 mesi fa

    Ma dico io ma xche non pensa al mercato …. boh

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy