Spinelli: “Mio Livorno non come Palermo, ma…”

Spinelli: “Mio Livorno non come Palermo, ma…”

Intervistato alle colonne de Il Corriere dello Sport, il presidente del Livorno Aldo Spinelli ha parlato della volontà di cedere la società amaranto. “Volevo vendere l’anno scorso ma.

Commenta per primo!

Intervistato alle colonne de Il Corriere dello Sport, il presidente del Livorno Aldo Spinelli ha parlato della volontà di cedere la società amaranto. “Volevo vendere l’anno scorso ma mio figlio mi rimproverò perché chiedevo troppi pochi soldi. Adesso vendo per dodici milioni, se mercoledì i compratori si presentano con quella cifra allora il Livorno diventa loro. Come giocatori non abbiamo solo Paulinho, sono molti i giocatori interessanti come Emerson, Siligardi, Biagianti e poi ancora gente come Galabinov, Moscati, Dionisi. Senza dimenticare Ceccherini, un difensore nel giro dell’Under 21. Chi prende il Livorno prende una squadra sana con giocatori da promozione diretta, non come il Palermo quest’anno ma si tratta di una squadra che può lottare per la Serie A. Io sono da quindici anni a Livorno, è durissima andare avanti con questi che contestano sempre, se Bandecchi e soci mi danno i soldi, allora io saluto Livorno e il calcio”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy