Sperandeo: “Zamparini stufo di una città che gli rema contro. Tifosi, date un’altra chance al patron”

Sperandeo: “Zamparini stufo di una città che gli rema contro. Tifosi, date un’altra chance al patron”

L’intervista al noto comico palermitano: “Secondo me bisogna concedere un’altra chance al patron, magari dimostrandogli vicinanza”.

1 Commento

“Sono molto addolorato per il momento vissuto, ma sono zampariniano di ferro”.

Lo ha detto Tony Sperandeo, intervistato da ‘LiveSicilia Sport’. Non è una novità: il noto attore palermitano è fra i più accaniti sostenitori del presidente del Palermo, Maurizio Zamparini. Sì, anche in un momento delicato come questo.

“Il presidente ci tiene da anni in serie A, in questo momento ci sono problemi evidenti e sarebbe inutile negarli. Sinceramente ritengo che Zamparini si sia stufato di una città che rema contro e credo stia cercando di vendere. Ai tifosi che sanno solamente criticare ricordo gli anni della C2, della C1 e della B, ricordo il fallimento e i 31 anni senza serie A – ha dichiarato Sperandeo -. Secondo me bisogna concedere un’altra chance al patron, magari dimostrandogli vicinanza. A gennaio si potrebbe recuperare con un ottimo mercato, le possibilità ci sono tutte. Al Palermo ho dedicato un inno, è la mia passione e vedere un patrimonio così importante ridotto a recitare il ruolo di Cenerentola del torneo mi fa davvero male. Cambiare il nome alla squadra? Non esiste, sarebbe un’esagerazione che toglierebbe a Palermo il piacere di avere il proprio nome nella squadra che la rappresenta nel calcio”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. trequattro - 3 mesi fa

    Caro Sperandeo ormai Zamparini è un personaggio che non merita più nessuna fiducia. Ci riempie di bugie prendendosi gioco dei tifosi e della città intera. Fa il megalomane è sta portando deliberatamente il Palermo in serie B avendo allestito una squadra totalmente deficitaria e lui ne è consapevole. Ci ha traditi lui e non siamo stati noi a tradire lui.Cinesi, africani arabi e altri inventati con lo stadio, il centro sportivo ed ultimo il grattacielo di via Sanpolo. Basta, deve andare via prima che la contestazione degenera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy