Sorrentino: “Io e Gilardino, vi racconto l’aneddoto della notte prima di Frosinone-Palermo”

Sorrentino: “Io e Gilardino, vi racconto l’aneddoto della notte prima di Frosinone-Palermo”

“Eravamo in camera assieme. Alle 5.30 del mattino, vedo che Gilardino ha gli occhi spalancati. Mi dice: ‘Stefano, col Frosinone sarà dura. Loro hanno…’. Io lo fermo e gli rispondo: ‘Noi abbiamo un campione del mondo, sei tu la nostra speranza’…”.

Commenta per primo!

Una partita che risultò essere decisiva per la salvezza del Palermo nella stagione 2015-16. La vittoria contro il Frosinone segnò il punto di partenza verso la rimonta ai danni del Carpi di Castori che poi retrocesse assieme all’Hellas Verona e ai ciociari.

Oggi, Stefano Sorrentino è tornato con la mente a quegli attimi.

“Avremmo dovuto affrontare il Frosinone. Io ero in camera con Gilardino. Alle 5.30 del mattino apro casualmente gli occhi e lo vedo sveglio che fissava il soffitto”, ha raccontato a Casa Minutella.

“‘Tutto bene?‘, gli domando io. Lui: ‘Domani è dura. Lì, ci sono…‘ e mi fa l’elenco dei calciatori più pericolosi del Frosinone. Io lo fermo e gli dico: ‘Alberto, ma tu sei campione del mondo! Sei la nostra speranza. Se tu che sei campione del mondo sei preoccupato, io che dovrei fare?!‘…”, ha ricordato Sorrentino.

“Di recente Alberto – prosegue – mi ha mandato un messaggio con scritto: ‘Sono nella nostra città, Palermo. Ricordi cosa abbiamo fatto qua?'”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy