Sorrentino: “Domenica voglio vincere, ma so che ambiente ci aspetta”. E su Corini…

Sorrentino: “Domenica voglio vincere, ma so che ambiente ci aspetta”. E su Corini…

L’intervista all’ex capitano e portiere del Palermo, Stefano Sorrentino, in vista della gara in programma domenica al Barbera.

Commenta per primo!

“Io e la mia famiglia non dimenticheremo l’amore che il popolo palermitano ha avuto per noi. Allo stesso tempo domenica c’è una partita importantissima per entrambi”.

Lo ha detto Stefano Sorrentino, intervistato da ‘La Repubblica’. L’ex leader e capitano del Palermo domenica pomeriggio tornerà per la prima volta al ‘Renzo Barbera‘ da avversario: fra i temi trattati dal portiere originario di Cava de’ Tirreni anche l’arrivo di Eugenio Corini in Sicilia dopo l’addio di Roberto De Zerbi.

“Domenica vogliamo vincere, è uno scontro diretto e vincendo lasceremmo il Palermo indietro di un bel po’. Cosa penserò? Un secondo prima del calcio d’inizio penso a baci e abbracci, poi fino al fischio finale solo a battere gli avversari – ha spiegato Sorrentino -. Arrivare al giro di boa con un buon margine sulla terzultima sarebbe l’ideale. Sappiamo benissimo che ambiente ci aspetta a Palermo, che sarà una partita difficile e che con Corini in panchina lo sarà ancora di più. Eugenio conosce noi e noi sappiamo come lavora lui. Ha dato subito un’impronta alla sua squadra e il Palermo di Firenze mi è piaciuto molto”.

Corini – “L’arrivo di Corini e i prezzi scontati potrebbero riempire lo stadio. Eugenio è stato uno dei capitani storici e più importanti del Palermo. La gente lo ama e il suo appello per riempire il “Barbera” scalderà i tifosi. Mio rapporto con Corini? Splendido. Non voleva che fossi ceduto. In questi anni il nostro rapporto si è intensificato con telefonate e messaggi. L’ultimo sms ce lo siamo scambiati quando è tornato al Palermo”, ha concluso l’estremo difensore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy