Sogni e obiettivi dopo l’infortunio, La Gumina si racconta: “Lo Faso top, De Zerbi mi piace. Io e il Palermo…”

Sogni e obiettivi dopo l’infortunio, La Gumina si racconta: “Lo Faso top, De Zerbi mi piace. Io e il Palermo…”

L’intervista in versione integrale all’attaccante di proprietà del Palermo e attualmente in prestito alla Ternana: “Seguo tutte le partite dei rosa, parlo ancora con Maresca, Sorrentino e Gilardino. Il mio futuro? Decideranno Zamparini e Longarini”.

Commenta per primo!

L’intervista

Distorsione con interessamento legamentoso a carico del collaterale mediale.

Una diagnosi di cui Nino La Gumina non vuole più sentire parlare: non intende focalizzarsi sull’infortunio, ma su come superarlo. “Adesso sto molto bene, il peggio è passato – racconta l’attaccante classe ’96 di proprietà del Palermo -. I primi giorni sono stati i più brutti. Spero di tornare tra due mesi o tre in campo, ce la voglio mettere tutta. Quando ho saputo che dovevo operarmi è stato una brutta tegola. Questo è il calcio, comunque, e dobbiamo andare avanti. Ricevo ogni giorno messaggi di affetto da parte dei miei amici e dei miei familiari: mi aiutano ad andare avanti e a pensare al meglio“. Le differenze tra la Primavera e la Serie B non sono indifferenti: “Sì, la B è un campionato molto duro, le differenze con la Primavera sono diverse, tra cui intensità e tempi della giocata – ha proseguito il classe ’96 intervistato dalla redazione di Mediagol.it nel corso della trasmissione radiofonica in onda su Radio Action -. La principale differenza, tuttavia, risiede nella mentalità: bisogna essere sempre concentrati verso l’obiettivo, ogni minima disattenzione la paghi a caro prezzo”.

Sfoglia le schede per leggere il resto dell’intervista rilasciata da La Gumina

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy