Sindaco di Venezia, Brugnaro: “Dobbiamo scusarci con Maurizio Zamparini”

Sindaco di Venezia, Brugnaro: “Dobbiamo scusarci con Maurizio Zamparini”

Il primo cittadino del capoluogo veneto si scusa con il presidente del Palermo.

Commenta per primo!

Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia, si scusa con Maurizio Zamparini, patron del calcio Venezia tra il 1987 e il 2002 e attualmente alla guida del Palermo.

“Quando avevamo qualcuno che metteva i soldi per lo stadio, gli abbiamo detto di no, dovremmo chiedere scusa anche a lui non solo a Marchi”, ha detto il primo cittadino del capoluogo veneto alla presentazione della neonata associazione Mes3sport. “Zamparini, che voleva fare uno stadio metropolitano che servisse anche a Treviso e a Padova e per realizzarlo aveva chiesto di poter costruire un supermercato, si è sentito dire di no e poi sono nati vari ipermercati in città che mi risulta non abbiano dato nulla indietro alla città”, ha detto il sindaco che nel 2011 aveva confessato di sognare di “riportare Zamparini alla presidenza del Venezia Calcio”, dove adesso c’è Tacopina. “Serve pragmatismo e concretezza, fare i i progetti sulla base di sfide sostenibili. La città può diventare migliore grazie allo sport, abbiamo restituito lo stadio Baracca a Mestre, con fatica visto che era stato già venduto al Fondo immobiliare e non ho ricevuto nemmeno un grazie dal presidente. Faremo di tutto perché la sua capienza non sia minima. Finora la città è stata gestita in modo insipiente, ora cambiamo registro, in passato si faceva inclusione dei minori con i ‘disegnetti’, io punto sullo sport: se un giovane vuole fare a pugni, lo metto su un ring”, ha concluso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy