SENSIBILE: “PERINETTI-CERAVOLO NON SI PUÒ”

SENSIBILE: “PERINETTI-CERAVOLO NON SI PUÒ”

Nel corso dell’intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di Mediagol.it, l’ex capo-scouting del Palermo, Pasquale Sensibile, si è espresso sul ruolo che potrebbe (condizionale d’obbligo).

Commenta per primo!

Nel corso dell’intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di Mediagol.it, l’ex capo-scouting del Palermo, Pasquale Sensibile, si è espresso sul ruolo che potrebbe (condizionale d’obbligo) ricopre Franco Ceravolo in rosa. “Credo che Ceravolo abbia un profilo nettamente tecnico, quindi credo che sia una figura che difficilmente può coesistere con Perinetti. Riduttivo dire che Ceravolo è solo un capo scouting? E’ spesso stato collaboratore di personaggi straordinari come Moggi, ma ha anche fatto il direttore sportivo in prima persona a La Spezia e Crotone, in cui si occupava della gestione tecnica delle squadre – ha detto Sensibile a Mediagol.it -. Allora mi domando qual è la differenza tra un capo scout e un direttore sportivo. Io alla Juventus facevo il capo scout e mi rapportavo con Alessio Secco, a Palermo facevo lo stesso con Walter Sabatini, non andavo certo a parlare di quello che andavo a vedere in Danimarca con Jean Cloud e Rinaldo Sagramola. Ma poi si riduce sempre tutto ai comportamenti delle persone. Sempre più spesso si sente dire che il mondo del calcio è brutto, sono i comportamenti delle persone a fare la differenza”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy