Sampdoria-Palermo, in palio tre punti che possono cambiare la stagione. De Zerbi: “Voglio una squadra rognosa”. Giampaolo: “Non c’è grande differenza coi rosanero”

Sampdoria-Palermo, in palio tre punti che possono cambiare la stagione. De Zerbi: “Voglio una squadra rognosa”. Giampaolo: “Non c’è grande differenza coi rosanero”

Alle 15 si affrontano due squadre che hanno bisogno di punti. Un successo cambierebbe le prospettive stagionali. La presentazione del match e le parole dei due allenatori.

Commenta per primo!

Il Palermo che fa punti solo fuori casa contro la Samp disperatamente alla ricerca di riscatto dopo un mese di sconfitte.

Presentata così la sfida di Marassi assume connotati di particolare incertezza, nonostante i bookmakers siano abbastanza sbilanciati per una vittoria dei padroni di casa. “Questo momento è importante per migliorarci sempre, però abbiamo un risultato da prendere – ha dichiarato De Zerbi -. Il miglioramento nostro passa attraverso l’allenamento, l’apprendimento di quello che chiedo e propongo, però passa anche dalla maggior convinzione che arriva dai risultati. Dobbiamo fare la partita, giocando organizzati e con cattiveria. Dobbiamo essere una squadra con un segno chiaro di riconoscimento che è la cattiveria, la voglia. Deve rimanerci in testa che siamo una squadra che non si sa come prendere. Che sappia giocare, ma che abbia fame, che ti fa pungere quando la tocchi. Una squadra rognosa. Giampaolo è un grande amico e un allenatore che stimo molto, che stimo come tecnico e come uomo, altro non posso dire. La Samp viene da quattro sconfitte di fila? Non so come la troveremo, so quello che voglio dalla mia squadra: dobbiamo essere cattivi, rognosi, che non pensino al momento dell’avversario. Dobbiamo pensare a noi stessi sempre, sia come gioco che come atteggiamento. Sono cose che non dobbiamo mai sbagliare. Non siamo ancora nessuno, io sono partito ieri e tra di noi in pochi sono già affermati, in pochi hanno fatto cose importanti, non possiamo permetterci di rilassarci. La Samp ha giocatori come Muriel, Alvarez, Quagliarella, Torreira, Barreto, Cigarini. Mi preoccupano tutti, non solo Muriel.

Nonostante i favori del pronostico Giampaolo non si fida del Palermo. “Non c’è grande differenza nel gruppo delle squadre che non sono ‘top club’ come Juventus, Napoli Fiorentina, non ci sono gare semplici – ha dichiarato il tecnico della Samp -. Guardate Palermo-Juventus. Non è stata affatto una partita dall’esito scontato. Il nostro stato di salute dopo i quattro KO consecutivi? Vi do un dato: 107 palloni recuperati nella metà campo avversaria. Questa è la nostra filosofia, la Sampdoria si è sempre giocata le partite in questo inizio di stagione – ha spiegato l’ex allenatore dell’Empoli -. La squadra non è mai uscita dal campo bastonata nel risultato semmai nel morale, ma in settimana l’ho vista bene. I tifosi non ci hanno mai lasciato soli, abbiamo sempre avuto il loro sostegno e sarà così anche domani”.

LE PROBABILI FORMAZIONI – I padroni di casa hanno recuperato Sala, che giocherà nella linea difensiva a quattro a protezione di Viviano insieme a Skriniar, Silvestre e Regini. A centrocampo ci sarà il talentino Torreira, che guiderà il gioco con la consueta qualità mentre Barreto e Linetty ci metteranno polmoni e muscoli. In attacco Alvarez giocherà dietro Muriel e Quagliarella. Il Palermo ripartirà dal 3-4-2-1 con cui ha ben figurato nelle ultime partite. Davanti a Posavec ci saranno Goldaniga, Gonzalez e Cionek, mentre Rajkovic che è l’unico mancino, non è stato nemmeno convocato. Rispoli ed Aleesami giocheranno sulle fasce, mentre in mediana Bruno Henrique e Gazzi ci metteranno qualità e quantità. Diamanti ed Hiljemark cercheranno di innescare Nestorovski. L’appuntamento è per le ore 15 con il live testuale del match, mentre su Radio Action 101.2 potrete seguire la radiocronaca in diretta. Dopo la gara tutte le voci dei protagonisti, le pagelle e i commenti dei tifosi.

Mariano Calò

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy