Sabatini: “Consulenti Zamparini? Non è anomalia, ma un vero ds è indispensabile”

Sabatini: “Consulenti Zamparini? Non è anomalia, ma un vero ds è indispensabile”

Le parole di Walter Sabatini, ex direttore sportivo di Palermo e Roma: “Credo che la figura del direttore sportivo rimanga sempre centrale in una società di calcio perché non c’è solo il mercato da gestire: ci sono gli umori, i sentimenti, le debolezze”.

Commenta per primo!

Intervistato in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it nel corso del consueto appuntamento pomeridiano in onda sulle frequenze di Radio Action, l’ex direttore sportivo di Palermo e Roma, Walter Sabatini, si è espresso anche in merito all’influenza dei consulenti di Zamparini nelle decisioni di mercato.

Calciomercato Palermo: Stefan Silva rosanero per 800mila euro, l’ha segnalato Curkovic. E Corini…

“Un’anomalia il fatto che Zamparini abbia deciso di affidarsi esclusivamente a consiglieri per condurre il mercato? No, non si tratta di un’anomalia, perché è una strada che prende un po’ forma in questi ultimi anni – ha risposto Sabatini -. Presidenti che stilano in autonomia le strategie di mercato avvalendosi dell’ausilio di consulenti vari… Io comunque credo che la figura del direttore sportivo rimanga sempre centrale in una società di calcio perché non c’è solo il mercato da gestire, ci sono gli umori, i sentimenti, le debolezze. Il direttore sportivo ha sempre un ruolo centrale nel quotidiano, a volte anche decisivo. Questa, comunque, è una considerazione generale che faccio a margine  per la categoria“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy