Rigoni: “Per me Iachini è un secondo padre, per quanto riguarda i gol non mi pongo limiti”

Rigoni: “Per me Iachini è un secondo padre, per quanto riguarda i gol non mi pongo limiti”

Il centrocampista rosanero Luca Rigoni, attraverso le colonne del Corriere dello Sport, si è detto orgoglioso di aver lavorato con Iachini per ben 5 anni e ha commentato la sua presenza.

Commenta per primo!

Il centrocampista rosanero Luca Rigoni, attraverso le colonne del Corriere dello Sport, si è detto orgoglioso di aver lavorato con Iachini per ben 5 anni e ha commentato la sua presenza costante in area di rigore che lo scorso anno lo ha portato a realizzare nove reti. “Per me è stato sempre come un secondo padre. Mi ha voluto in tante battaglie. Iachini ha avuto un bel peso nella mia scelta di accettare l’offerta del Palermo. Gioco più avanti, è vero, arrivo facilmente nell’area avversaria, sono maturato, credo di essere all’apice della carriera. Inoltre Iachini vuole i gol e che tutti partecipino all’azione d’attacco, ruolo che avevo a inizio di carriera e che il tecnico ha riscoperto malgrado qualche mia titubanza. Ora invece sono felice. Non mi pongo limiti, il mio obiettivo è di continuare a segnare e, ripeto, di conquistare la maglia azzurra”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy