Repubblica: Ballardini contro il proprio credo, prova anche il 3-5-1-1 per contenere la Juventus. Torna Chochev

Repubblica: Ballardini contro il proprio credo, prova anche il 3-5-1-1 per contenere la Juventus. Torna Chochev

Tutte le mosse del tecnico ravennate in vista dell’impegno di domenica contro i bianconeri.

1 Commento

Tra le mura del centro sportivo di Coccaglio (in provincia di Brescia) il Palermo del neo-tecnico Davide Ballardini sta preparando la sfida alla Juventus di domenica prossima.

Diverse le trame tattiche sperimentate dall’allenatore ravennate in queste ore: nelle ultime ore l’ex mister di Lazio e Genoa ha pensato a come poter invertire il trend. Riflettori puntati, in questo senso, sulla fase difensiva, nettamente in difficoltà fin qui in stagione (basti pensare che la retroguardia è stata perforata ben 57 volte. Una volta che avrà un quadro completo della condizione e della disponibilità dei giocatori che sono con lui in ritiro, Ballardini sceglierà il vestito tattico da far indossare alla squadra rosanero in questo suo terzo esordio sulla panchina dei siciliani. Sembrerà strano visti i precedenti del tecnico romagnolo a Palermo, ma per cercare di arginare la Juventus – racconta l’edizione odierna de ‘La Repubblica‘ – l’allenatore rosanero starebbe anche tenendo in considerazione il 3-5-1-1. Dopo la prima presa di contatto martedì, il lavoro del Palermo ieri è entrato nel vivo. Una doppia seduta di allenamento ha scandito il programma di giornata nel ritiro di Coccaglio a Brescia. Al mattino i rosanero hanno alternato il lavoro sul campo a quello in palestra. Nel pomeriggio, invece, spazio al pallone con alcune esercitazioni tecniche. Hanno lavorato con i compagni anche Bentivegna e Goldaniga e proprio la ritrovata disponibilità del difensore centrale potrebbe convincere Ballardini a lasciare momentaneamente il suo 4-3-1-2 per il 3-5-1-1. Qualcosa in più si potrebbe capire già oggi nel corso del test in famiglia che la squadra disputerà in ritiro.

Palermo: contro l’Atalanta a porte chiuse, ecco perché la società non farà ricorso. E gli abbonati…

L’alternativa – Nel caso del 4-3-1-2, la scelta di Ballardini sia per la fascia di capitano che per il ruolo di portiere ricadrà ancora una volta su Sorrentino, soprattutto dopo la stretta di mano di martedì. A proteggerlo, in difesa, ci saranno Rispoli a destra, favorito al momento su Morganella e sull’acciaccato Struna, Goldaniga e Gonzalez in mezzo e Lazaar a sinistra. In cabina di regia, a proteggere la retroguardia, tornerà Jajalo con le mezze-ali Hiljemark a destra e Chochev a sinistra. Brugman, invece, tornerà a giocare qualche metro più avanti nel ruolo di trequartista, proprio dove Ballardini aveva deciso di schierarlo sia contro la Lazio che contro la Juventus. La buona notizia per Ballardini arriva da Vazquez che ha scontato il turno di squalifica e torna a disposizione. Sarà l’argentino, sia in caso di 4-3-1-2 che di 3-5-1-1 a sostenere Gilardino.

Palermo: Ballardini sa come si fa a battere la Juventus, nel 2008 l’impresa col baby-Mchedlidze

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Maurizio Manto - 9 mesi fa

    Allura ciaputieamufari!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy