Rajkovic: “Siamo arrabbiati per il finale della scorsa stagione, vogliamo ribellarci. Stellone? La scelta giusta…”

Rajkovic: “Siamo arrabbiati per il finale della scorsa stagione, vogliamo ribellarci. Stellone? La scelta giusta…”

Le dichiarazioni del difensore rosanero, Slobodan Rajkovic

Parla Slobodan Rajkovic.

Nonostante il lungo periodo passato in infermeria, a causa di infortuni significativi che lo hanno tenuto lontano dal terreno per più di 500 giorni, come la lesione del ginocchio destro in aggravamento di condropatia femoro-rotuleo – rimediata lo stesso anno della frattura al naso -, il difensore serbo, è diventato una pedina fondamentale del club di Viale del Fante: il classe 89′, infatti, è dei titolari inamovibili della difesa di Roberto Stellone.

Intervenuto ai microfoni del Corriere dello Sport, Rajkovic, ha analizzato l’attuale momento del Palermo, guidato da Roberto Stellone.

Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Il calcio è dinamismo, c’è chi va e chi viene. Palermo più forte di prima? Una bella realtà, ieri come oggi. Con diverse caratteristiche. In più ora siamo incavolati perché in ritardo sulla A. E non per colpa nostra. Ho ritrovato le stesse persone che avevo lasciato con più rabbia addosso. Di sicuro la squadra non ce l’aveva con Tedino. A Stellone, come a tutti noi, brucia il finale della scorsa stagione, e vogliamo ribellarci. Da lui abbiamo imparato tanto, è un allenatore che sa trasmetterci le sue idee, parla con tutti, ci aiuta. La scelta giusta. Basta vedere come la squadra si applica. Mi piace. Caos Serie B? Un grande casino. Avrei preferito un campionato più lungo e playoff a 4 squadre, come in Inghilterra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy