QUAISON: “SONO UN ESEMPIO. INFORTUNIO..”

QUAISON: “SONO UN ESEMPIO. INFORTUNIO..”

Bad Kleikirchheim (dai nostri inviati) – Settima giornata di lavoro per il gruppo di Iachini alla SportArena di Bad: la squadra ha effettuato un lavoro di scarico dopo la partita di domenica vinta.

Commenta per primo!

Bad Kleikirchheim (dai nostri inviati) – Settima giornata di lavoro per il gruppo di Iachini alla SportArena di Bad: la squadra ha effettuato un lavoro di scarico dopo la partita di domenica vinta per tre a zero contro l’Alpe Adria. Al termine della seduta mattutina, il neo-acquisto del Palermo, Robin Quaison, si è presentato in conferenza stampa: tra gli oggetti di discussione l’accoglienza dei tifosi rosa, l’infortunio e gli obiettivi da perseguire con la maglia del Palermo.

QUAISON: “ACCOGLIENZA PERFETTA DEI ROSA”

“La mia prima impressione è perfetta. Ogni cosa qui è buona, sono stato accolto bene dai compagni e staff”.

“IO AL PALERMO? ECCO COM’E’ ANDATA”

“Il Palermo dapprima ha contattato il mio agente, hanno parlato con lui gli hanno proposto i progetti futuri del club, le intenzioni e la voglia che c’era. Mi è piaciuto subito il progetto e ho deciso di accettare perché affascinato da tutto”.

“VOGLIO FARE LA STORIA DEL PALERMO”

“Non conosco molto la città, mentre invece so molto del Palermo calcio perché il club ha fatto molto bene negli ultimi anni. Ora spero di poter fare parte della storia di questo club”.

“MIA CARRIERA SARA’ ESEMPIO PER..”

“Amo la mia città (Akalla) e il mio quartiere, e spero che la mia storia, la mia carriera, possa essere un esempio per i più piccoli e per tanti altri“.

“CONTRO CHI VOGLIO GIOCARE? SPIEGO”

“Contro chi vorrei giocare in campionato? Non ci sono giocatori particolari con cui vorrei giocare, io voglio scendere in campo per affrontare tutte le squadre di Serie A, un campionato affascinante e bello. Spero di poter giocare quanto prima”.

“Non mi spaventa nulla. Ghanesi…”

“Se c’è qualcosa che mi spaventa o mi preoccupa? No, non mi spaventa nulla. Non vedo l’ora di giocare. A Palermo c’è una colonia di ghanesi e rappresentanza del popolo di cui sono originario. Così spero di essere un modello da seguire per i tanti ghanesi che ci sono a Palermo”.

“Mi dovrò conquistare il posto”

E’ normale che la competizione in squadra possa fare bene a me ad altri miei compagni. Io li dovrò seguire, carpire i loro segreti, ma la mia idea è quella di diventare un giocatore importante per questa squadra“.

“MIO MESSAGGIO A TIFOSI PALERMO”

“Grazie per questa accoglienza: sono felice che i tifosi mi abbiano preso a cuore. Ora devo lavorare sodo per ricambiare la fiducia che i tifosi hanno riposto in me”.

“PALERMO, TUTTO SU MIO INFORTUNIO”

“Attualmente è tutto ok, sto recuperando in fretta e fra poco sarò disponibile (il giocatore è reduce da una botta precedentemente rimediata al ginocchio sinistro e da due settimane di inattività). Nulla di che devo solo evitare qualche contrasto”.

“PALERMO, LA GRANDE OCCASIONE”

“Ho origini ghanesi, ma vivo da sempre in Svezia, ho un fratello più grande e una sorella. I miei genitori lavorano entrambi: mio padre è un assistenza sociale, mia madre è assistente veterinaria. Tutta la mia vita, pero, è stata caratterizzata dal calcio. Ho iniziato a 7 anni all’Aik Solna. Qui ho fatto tutte le giovanili fino ad arrivare in prima squadra, e ora per me Palermo, è la grande occasione, la prima volta che esco di casa. Una grande opportunità che cercherò di sfruttare al massimo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy