Quaison: “Caso oriundi, dico la mia. Io come Xavi? Penso di somigliare a Robinho, ma Iachini…”

Quaison: “Caso oriundi, dico la mia. Io come Xavi? Penso di somigliare a Robinho, ma Iachini…”

Vent’anni e un soprannome pesante, lo Xavi di Svezia. Robin Quaison, attraverso le colonne del Corriere dello Sport, si è espresso sulla somiglianza con il noto centrocampista del.

Commenta per primo!

Vent’anni e un soprannome pesante, lo Xavi di Svezia. Robin Quaison, attraverso le colonne del Corriere dello Sport, si è espresso sulla somiglianza con il noto centrocampista del Barcellona. “Non so perché e chi me l’ha data. Invece è vero che penso di somigliare a Robinho anche nell’aspetto fisico, compresa la pelle scura. Mi piace come si muove, come gioca, la sua fantasia. Iachini dice che gli ricordo Pereyra della Juve? Non l’ho ben presente, ma se lo dice Iachini ci credo – ha dichiarato Quaison -. Caso oriundi? Io sono svedese, anche se la famiglia di mio padre è ghanese. Mai avuto nessun dubbio. Ho vissuto con mia madre e mio fratello a Stoccolma, mentre mio padre si è trasferito in Scozia. Il mio nome completo è Robin Kwamina Quaison e il secondo nome è ghanese. Vuol dire nato di sabato. Col Milan si gioca di sabato? (sorride) Magari mi porta fortuna”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy